AttualitàClimaPolitica

Clima, la regina Elisabetta come Greta Thunberg: “Irritata dai leader che parlano senza agire”

Condividi

Clima, la dura presa di posizione della regina Elisabetta che ricorda quella di Greta Thunberg a Youth4Climate. La sovrana britannica ha ammesso di essere irritata dai leader politici che parlano senza agire.

Clima, la dura presa di posizione della regina Elisabetta che ricorda quella di Greta Thunberg a Youth4Climate. Se la leader dei Fridays for Future aveva parlato di “bla bla bla“, la sovrana del Regno Unito ha scelto una posizione assolutamente analoga. A margine dell’inaugurazione della nuova legislatura del Senedd, il parlamento del Galles, durante un incontro privato con alcuni rappresentanti istituzionali la regina Elisabetta ha spiegato: “Sono irritata da tutti quei leader politici che parlano molto, senza però mai agire“.

 

La riflessione della regina Elisabetta è arrivata mentre si parlava della prossima Cop26 di Glasgow, a cui parteciperà anche la 95enne sovrana: “Non so ancora chi ci sarà tra i leader mondiali, ma temo che ci saranno parecchie assenze“. Joe Biden ha già confermato la sua presenza, ma mancano all’appello ancora i leader dei Paesi più potenti e inquinanti, come Vladimir Putin, Xi Jinping, Jair Bolsonaro e Narendra Modi.

Il principe William: “La priorità deve essere salvare la Terra, non pensare al turismo spaziale”

La regina Elisabetta ha anche sorriso e confermato la dura condanna del nipote, il principe William, nei confronti dei più ricchi uomini al mondo. Il duca di Cambridge, infatti, aveva dichiarato che “la priorità dovrebbe essere salvare la Terra, non pensare al turismo nello spazio“.

(Visited 44 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago