ClimaPolitica

Clima, primo colloquio tra Biden e Trudeau: “Insieme per azzeramento emissioni entro il 2050”

Condividi

“Abbiamo intenzione di lanciare una ministeriale di alto livello sul clima per allineare le nostre politiche e i nostri obiettivi per raggiungere l’obiettivo di emissioni zero entro il 2050”. Le parole del presidente Usa Joe Biden nel primo colloquio in videoconferenza con l primo ministro del Canada, Justin Trudeau.

E’ stato fantastico rivedere nuovamente il Primo Ministro canadese Justin Trudeau questo pomeriggio. Che si tratti di combattere il covid o di affrontare la crisi climatica, ci impegniamo a lavorare fianco a fianco sulle principali sfide che dobbiamo affrontare”. Le parole del Presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, dopo il colloquio con il premier canadese Justin Trudeau in videoconferenza, ieri 23 febbraio. 

Usa, ufficialmente rientrati in accordo Parigi. Kerry: “E’ bello essere tornati”

Il presidente Biden, e il primo ministro del Canada, Justin Trudeau, si sono confrontati e impegnati ad un’azione comune sul fronte del mutamento climatico e della pandemia. “Gli Stati Uniti non hanno amico più stretto del Canada“, ha dichiarato Biden a margine del colloquio, presentato dalla stampa Usa come un tentativo da parte di Biden e Trudeau di voltare pagina rispetto al capitolo della presidenza di Donald Trump.

Il colloquio tra I due capi di Stato si e’ protratto per circa due ore, e si e’ concluso con l’impegno a rafforzare ulteriormente la cooperazione sui fronti del contrasto alla pandemia di coronavirus. Stando ad una fonte governativa canadese, pero’, il colloquio non ha portato ad alcun progresso verso la possibilita’ per il Canada di accedere ai vaccini contro la Covid-19 prodotti negli Stati Uniti: ad oggi, il Canada ottiene le proprie forniture di vaccini dall’Europa.

Clima, Biden firma per il rientro degli Usa nell’Accordo di Parigi. Macron: “Bentornati”

Per quanto riguarda il cambiamento climatico, i due leader hanno ribadito l’obiettivo di giungere all’azzeramento delle emissioni nette di anidride carbonica entro il 2050. “Grazie ancora una volta, per aver preso posizione cosi’ nettamente sul contrasto al mutamento climatico. Abbiamo avvertito dolorosamente l’assenza della leadership statunitense negli scorsi anni“, ha detto Trudeau, rivolgendo così una critica all’ex presidente Trump. Trudeau ha ringraziato Biden per aver ribadito il sostegno degli Stati Uniti per la scarcerazione dei due cittadini canadesi detenuti in Cina, Michael Spavor e Michael Korvig: “Gli esseri umani non sono pedine negoziali. Lavoreremo assieme sino a quando otterremo il loro ritorno“, ha detto Biden.

“Lo spirito condiviso tra i nostri popoli assicurerà un futuro di speranza e di opportunità. Canadesi e americani sono creativi, determinati, solidali, per questo ringrazio Trudeau per la sua leadership”. Il premier canadese ha inviato il messaggio in due lingue, inglese e francese, ringraziando Biden e gli americani anche con un italiano ‘ciao‘. “Siamo gli alleati e i partner più importanti – afferma Biden – e gli amici più vecchi. Condividiamo la stessa idea di prosperità, diversità, eguaglianza e giustizia per tutti i cittadini“.

Biden, tra i primi atti lo stop alla realizzazione dell’oleodotto Keystone XL

Trudeau è stato il primo leader internazionale contattato telefonicamente da Biden dopo il suo insediamento alla Casa Bianca in seguito alla decisione del presidente Usa di bloccare il progetto dell’oleodotto Keystone XL che aveva scatenato le polemiche da Ottawa.  

(Visited 44 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago