Animali

Clima, Paul McCartney contro i governi e l’assenza di azioni verso i cambiamenti climatici

Condividi

Paul McCartney è stato intervistato da Vice e ha usato parole dure contro l’assenza di provvedimenti dei governi nei confronti dei cambiamenti climatici.

Paul McCartney ha accusato i governi per essere “le uniche persone che non stanno rispondendo alla crisi climatica”. Parlando a Vice, Paul ha usato parole dure contro i governi occidentali: “le cose stanno cambiamento molto lentamente, quindi tutto quello che puoi fare è fare come stanno facendo i più piccoli, protestando e facendo il possibile. La cosa strana è che le uniche persone che non stanno facendo nulla sono al governo. Tutti stanno facendo qualcosa e poi arriva Trump che dice “i cambiamenti climatici sono un inganno”.

Coldplay, nuovo album ma niente tour: “Vogliamo che produca benefici per il pianeta”

Paul sa che è necessario protestare e alzare la voce, paragonando le manifestazioni sul clima ai movimenti delle suffragette del Novecento: “stavo pensando l’altro giorno ‘Oh, questo cambierà tutto’ e sicuramente lo farà. ‘Oh sono cattivi, fanno rumore, mi hanno svegliato’ si, ma allora le suffragette? Stavano morendo per la loro causa e ora le donne hanno i diritti. Non tutte le donne”.

 

Greta Thunberg un simbolo anche per la musica: il suo discorso remixato da Fatboy Slim VIDEO

L’ex Beatle ha parlato della crisi ad un evento organizzato per promuovere l’ultimo prodotto di “Linda McCartney Foods” il brand vegano creato da sua moglie Linda McCartney, morta di cancro al seno nel 1998. Tra gli invitati al tavolo di Paul c’erano il rapper Loyle Carner, l’attivista Anna Taylor e Doug McMaster, fondatore dei ristoranti a zero sprechi, oltre alle due figli di Paul, Mary e Stella.

Clima, nel video di Extinction Rebellion le celebrità chiedono al governo: “Dov’è il vostro piano?”

Riferendosi a sua moglie ha messo a confronto la sua visione con quella del movimento di protesta Extinction Rebellion: “sarebbe in prima linea con loro, andrebbe fuori a protestare. Guardi questi movimenti e pensi ‘sono fuori di testa, fanno cose che le persone normali non farebbero’. Ma poi pensi che se non esistesse gente così avresti ancora la schiavitù e le donne non avrebbero diritti. Non ci sarebbe stato nessun cambiamento”.

L’intervista completa può essere letta su Vice.

(Visited 41 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago