Un quarto della megalopoli finirà sott’acqua entro il 2050.

L’Indonesia avrà presto una nuova capitale. Giacarta, infatti, sta letteralmente affondando nell’acqua a causa della natura insulare dello Stato, ma soprattutto per gli effetti della crisi climatica. Come spiega la Cnn, uno studio dell’Agenzia di ricerca indonesiana (Brin) avverte chiaramente: senza misure di contrasto, entro il 2050 il 25% del territorio della capitale dell’arcipelago finirà sommerso. Per questo motivo, il Governo indonesiano ha deciso che Giacarta non sarà più la capitale e sarà sostituita da una città da costruire da zero, sull’isola del Borneo. La nuova capitale dovrebbe chiamarsi Nusantara, che in indonesiano significa arcipelago (l’Indonesia è costituita da oltre 17mila isole).

Clima, allarme per oceani e per il Mediterraneo: “Come sette bombe atomiche al secondo”

Già oggi, il 40% del territorio originario di Giacarta è sotto il livello del mare. Per proteggere gli edifici dalle inondazioni ci sono muri di cemento lunghi centinaia di chilometri, ma anche questi stanno sprofondando. E la velocità con cui la capitale indonesiana affonda aumenta sempre di più (circa sette centimetri all’anno).

Clima, le temperature globali sempre più alte: “Gli ultimi 8 anni i più caldi dal 1880”

Articolo precedenteMarea nera in Perù, i dubbi sullo tsunami e le responsabilità di Repsol
Articolo successivoSpazio, avvistato uno strano “oggetto rotante” ai confini della Via Lattea