Clima, la Germania presenta il nuovo decreto. Proteste dagli ambientalisti “Non è abbastanza”

Mentre i giovani di tutto il mondo manifestano per il clima, il cancelliere tedesco Angela Merkel ha presentato il nuovo pacchetto sull’energia. Tante le novità ma polemiche da parte dei partiti ecologisti, che volevano misure più severe.

Decine di migliaia di persone stanno occupando le piazze e le vie di tantissime città del mondo, nell’inizio di quella che viene considerata la settimana più importante per la lotta all’emergenza climatica. Anche in Germania quasi 100mila ragazzi si sono riuniti per protestare contro l’immobilità dei governi nella lotta al clima e alle emissioni.

In questa situazione è stato presentato dal cancelliere Angela Merkel il nuovo Pacchetto Clima, che definirà gli interventi su ambiente e riduzione di emissioni che condurrà la Germania nei prossimi anni.

Clima, parte lo sciopero globale: 150 paesi in difesa del pianeta. Sarà il più grande della storia

L’accordo e’ stato raggiunto, dopo un lungo braccio di ferro tra partiti della fragile coalizione di governo, che si e’ concluso alla fine di una maratona notturna di 18 ore. Cdu e la Spd, che da mesi cercavano una quadra sulle misure da prendere, sono riusciti a trovare un compromesso. “Abbiamo raggiunto un accordo su molte misure e su un meccanismo annuale di monitoraggio” spiega alla Afp una fonte governativa.

 

 

Che si era sulla strada giusta,lo aveva gia’ indicato in precedenza Andreas Jung, il vicepresidente del gruppo parlamentare della Cdu, il quale, alla fine della maratona notturna aveva commentato: “Anche nel calcio ci sono i tempi supplementari. Ed e’ in questi momenti che si segnano le reti decisive”.Il governo di Angela Merkel ha dunque centrato il suo obiettivo, che era quello di raggiungere oggi un accordo in concomitanza con la giornata di sciopero proclamata a livello mondiale dal movimento per la difesa dai mutamenti climatici.In Germania questo movimento gode di grande attenzione, anche
sull’onda delle vittorie elettorali dei Verdi ecologisti.

Dl Clima, slitta esame del testo. Lunedì e martedì riunione sulle coperture

Il piano costerà al paese 54 miliardi euro entro il 2023 e 100 entro il 2030.

Nella conferenza stampa di presentazione del Piano, la Merkel ha citato la famosa frase di Greta ThunbergUnite behind the science” e sottolineando più volte che l’emergenza climatica esiste ed è reale.

La tassazione sulle emissioni di carbonio inizierà nel 2021, a un prezzo fisso di 10 euro per tonnellate di CO2, che aumenterà a 35 euro nel 2025. Questo porterà a un aumento di 12 centesimi della benzina e del diesel.

Aumenterà anche il carburante usato per il riscaldamento domestico, e i riscaldamenti a petrolio verranno banditi nel 2026. Nel frattempo però ci saranno incentivi per chi vorrà passare a un tipo di riscaldamento più ecosostenibile, con un rimborso fino al 40%.

Clima, il Segretario generale dell’ONU: “Stiamo perdendo la battaglia” VIDEO

Sarà aumentato il bollo per le auto che emettono più di 115gm di CO2 per km – e sono molte di più di quelle che si può pensare, almeno secondo questa lista di Greenpeace.

Gli incentivi per le auto elettriche continueranno fino al 2025, fino a un prezzo di acquisto di 40mila euro, che sembra molto ma in realtà non ci sono molte auto elettriche a questo prezzo sul mercato.

Verrà potenziata e estesa la linea ferroviaria nazionale e il VAT sui biglietti verrà ridotto dal 19% al 7%, con conseguente riduzione dei prezzi. Dall’altro lato, aumenteranno le tasse su tutti i voli domestici.

Questo pacchetto sul clima è stato criticato dalle opposizioni e dalle organizzazioni ambientaliste, che lo considerano un palliativo, ben lontano dal poter fare la differenza. La ONG ambientalista tedesca Deutsche Umwelthilfe ha scritto su twitter : “Questa non è una rivoluzione, ma un totale fallimento”.

Sotto l’hashtag #NotMyKlimapaket (Non il mio pacchetto sul clima), migliaia di persona stanno accusando il governo di centro destra di aver predisposto un Piano che fa il minimo indispensabile per proteggere l’ambiente e sarà un peso finanziario enorme per i meno abbienti.

L’obiettivo della Germania è di ridurre le emissioni di CO2 del 55% entro il 2030. Al momento non si sono fatti passi avanti significativi, anzi le emissioni sono addirittura aumentate nell’ultimo anno, costringendo il governo ad abbassare l’obiettivo del 2020, dal 40% di riduzione al 32%.

 

 

(Visited 52 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!