AttualitàClimaEconomiaGood NewsInquinamentoPoliticaScienza e Tecnologia

Clima, al G20 un primo accordo sul prezzo globale del carbonio

Condividi

Clima, un piccolo passo in avanti verso la decarbonizzazione. Nella riunione del G20 a Venezia, nello scorso fine settimana, è stato raggiunto un primo accordo sul prezzo globale del carbonio.

Un primo passo in avanti a favore del clima nell’ultima riunione del G20 a Venezia. I ministri delle Finanze ed i governatori delle banche centrali nazionali, insieme ai dirigenti delle banche centrali continentali, hanno concordato che per risolvere la crisi climatica ci sono due principali strade da percorrere. La prima non è una novità assoluta e riguarda la necessità di uno stop ai finanziamenti per le aziende che producono e utilizzano combustibili fossili. La seconda, invece, ha una portata storica: per la prima volta si potrebbe arrivare ad un accordo globale del prezzo del carbonio.

 

Il G20 ha dimostrato un’apertura importante verso la questione climatica, con una dichiarazione di intenti basata sulla necessità di favorire un’economia a basse emissioni di gas serra. Nel comunicato finale del vertice viene spiegato che per contrastare la crisi del clima è necessario includere un’ampia gamma di strumenti che comprendano investimenti in infrastrutture sostenibili ma anche nelle tecnologie più innovative che promuovono la decarbonizzazione e l’economia circolare. Questo ovviamente include finanziamenti per sostenere l’energia pulita e, se necessario, il ricorso a meccanismi e incentivi di ‘carbon pricing‘, fornendo al tempo stesso un sostegno mirato ai più poveri e vulnerabili.

Disastro climatico tra Usa e Canada, il prof. Vacchiano a TeleAmbiente: “Ecco cosa è successo. Non ci accorgiamo del dramma finché non ci tocca da vicino”

Sul prezzo del carbonio è stata prevista la possibilità di un coordinamento internazionale che potrà essere stabilito durante la prossima Cop26 di Glasgow. La novità a livello internazionale arriva pochi giorni dalla prima tassa sul carbonio a livello europeo, con l’era Trump che ormai sembra lontana. L’ex presidente degli Stati Uniti, infatti, aveva posto il veto sulla questione climatica in tutti i principali vertici internazionali.

(Visited 33 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago