Clima

Clima, Extinction Rebellion presenta i suoi piani per un 2020 di proteste

Condividi

Extinction Rebellion ha presentato i suoi piani per il futuro, tra cui una serie di proteste nelle sedi delle società finanziare e di consulenza di Londra.

Il gruppo di attivisti Extinction Rebellion (XR) vuole inviare protestanti “come sciami di zanzare” verso le sedi di società finanziare, di consulenza e mediatiche di Londra per ottenere un ampio sostegno popolare e portare avanti le azioni contro i cambiamenti climatici.

Ambiente, Joaquin Phoenix e Extinction Rebellion insieme a difesa delle foreste

L’obiettivo è di portare avanti una conversazione globale su come avviare transizione verso una società a basse emissioni in tempo per evitare gli impatti catastrofici, secondo Gail Bradbrook, cofondatrice del movimento e con un dottorato in biofisica molecolare. “Saremo come zanzare. L’obiettivo è di disgregare il sistema non le persone” ha raccontato Bradbrook prima della pubblicazione del documento di XR.

Extinction Rebellion, insieme a movimenti di economisti, accademici e scienziati, sostiene che l’attenzione incessante alla crescita economica stia spingendo il mondo verso il collasso. “Il sistema economico sta agendo come un cancro per l’umanità. Il sistema normativo, i contabili, gli studi legali supportano la metastatizzazione di questo tumore”. Banche come la Barclays, che finanzia progetti legati a gas e petrolio, società di consulenza come PWC e società di comunicazione come News Corp sono tra le compagnie prese di mira da Extinction Rebellion, in una serie di azioni che inizieranno il 23 maggio 2020. “Non possiamo aspettare che i rappresentanti di Davos facciano questo per noi perché sono troppo coinvolti nel gioco”.

Regno Unito, protesta di Extinction Rebellion fuori la sede di Mckinsey

Lunedì scorso gli attivisti di XR hanno invaso gli uffici di BlackRock a Parigi nell’ultima di una serie di proteste svolte a Londra, New York ed altre città per convincere gli investitori a non finanziare più i progetti sui combustibili fossili. Dalla sua nascita nel 2018, Extinction Rebellion è diventato un movimento di protesta globale, coinvolto anche in alcuni atti di disobbedienza civile. Nonostante sia famoso per atti come il trasporto della barca rosa ad Oxford Circus o per aver inviati manifestanti nudi nella sede del Parlamento, il movimento sta cercando anche nuove forme di partecipazione.

Clima, Extinction Rebellion è stata inserita tra le organizzazioni “terroriste”

Il movimento sostiene di avere scarsa fiducia nel COP26 che si terrà a Glasgow a novembre. Bradbrook vuole convocare un’assemblea di cittadini di tutto il mondo per dar vita ad un nuovo processo democratico, necessario per un’azione coraggiosa sulle emissioni di carbonio. “Ognuno deve comprendere il potenziale che ha a disposizione. Stiamo facendo del nostro meglio per creare qualcosa di nuovo”.

(Visited 50 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago