ClimaCultura

‘Clima: come evitare un disastro”, il nuovo libro di Bill Gates

Condividi

Si chiama “Clima: come evitare un disastro” ed è il nuovo libro di Bill Gates che uscirà, in contemporanea mondiale, il prossimo 16 febbraio 2021. L’annuncio arriva direttamente dal GatesNotes, il blog personale del fondatore di Microsoft.

Il libro, che sarà tradotto in 35 Paesi, in Italia sarà edito da La Nave di Teseo (pp.384 – 20€).

“Da un po’ sto lavorando a un libro sui cambiamenti ambientali” – scrive Bill Gates sul suo blog, spiegando che il libro è il frutto di 10 anni di studio delle cause e degli effetti del cambiamenti climatico.

Grazie al supporto e alla consulenza di fisici, chimici, biologi, ingegneri, esperti di scienze politiche e finanza, Bill Gates è riuscito ad individuare i passi necessari per evitare un disastro ambientale.

Combustibili fossili, i killer invisibili responsabili di 8,7 mln di morti solo nel 2018

Il fondatore di Microsoft non solo spiega perché è importante azzerare le emissioni di gas serra ma espone le soluzioni che dovremmo mettere in campo per raggiungere questo obiettivo, analizzando al contempo le sfide che ci attendono.

“Spero di poter spiegare la scienza in modo chiaro e convincente – scrive  ancora – proporrò anche un piano per ciò che dobbiamo fare nel prossimo decennio e oltre per costruire gli strumenti che ci aiuteranno a eliminare le emissioni di gas serra aumentando le potenti soluzioni che già abbiamo. E suggerirò alcuni passi concreti che individui, governi e aziende possono intraprendere per realizzarlo”.

Cambiamenti climatici, Francia condannata per non aver rispettato gli accordi di Parigi

In estrema sintesi, con il suo libro, Gates suggerisce alle Amministrazione ed a noi cittadini le politiche e le azioni da mettere in campo per responsabilizzare su questa sfida cruciale perché, come lui stesso scrive, “azzerare le emissioni non sarà semplice, ma seguendo le proposte di questo libro, finalmente è un obiettivo alla nostra portata“.

(Visited 174 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago