Temperature da record: caldo anomalo o conseguenza dei cambiamenti climatici?

Temperature da record per tutto il mese di giugno, il più caldo mai registrato. Oltre 32 gradi Celsius in Alaska e temperature mortali in India, sopra i 50 gradi Celsius. Caldo anomalo o una delle conseguenze dei cambiamenti climatici?

Il 4 luglio 2019 in Alaska si sono raggiunte le stesse temperature della Florida: oltre 32 gradi Celsius ad Anchorage, la città più fredda degli Stati Uniti. Nella città dell’Alaska la temperatura media del periodo è di 18 gradi. Il record di questi giorni è quasi il doppio della media stagionale. Solo nel 1969 si era raggiunto un record simile, ma più basso. Allora erano stati raggiunti i 29 gradi.  “Queste temperature straordinariamente calde sono state provocate da un’enorme zona di alta pressione proprio sopra di noi”, ha dichiarato l’esperto di meteo Bill Ludwig all’Anchorage Daily News.

Alimentazione, con il caldo cresce del 20% l’acquisto di frutta

In Europa, quello appena trascorso è stato il mese di giugno più caldo della storia: la conferma scientifica è arrivata dal Copernicus Climate Change Service (C3S), il servizio realizzato dal Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine nell’Unione europea. La temperatura media di giugno 2019 è stata di 2°C superiore alle medie rilevate nello stesso periodo tra il 1981 e il 2010, di 1°C superiore al precedente record di giugno 1999 e di 1°C al di sopra della tendenza degli ultimi decenni.

Clima, nel 2018 record temperature e piogge superiori alla media

Il C3S ha sostenuto che è difficile attribuire questo record “direttamente” al cambiamento climatico ma allo stesso tempo un’analisi condotta da un un altro gruppo internazionale di scienziati ha affermato che il riscaldamento globale ha reso l’ondata di calore almeno 5 volte più probabile.

La morsa di caldo che ha stretto il Vecchio Continente la settimana scorsa ha portato allarme in diversi Paesi, a cominciare dalla Francia dove si sono registrate temperature record, più alte anche di 10 gradi rispetto alla media. Caldo afoso anche in Germania, Spagna e Italia.

Un’ondata di calore anomala sta interessando il nord dell’India con gravi conseguenze sulla popolazione e carenza d’acqua. Secondo gli esperti è il secondo periodo pre-monsoni più secco degli ultimi 65 anni con temperature che arrivano sopra i 50 gradi Celsius.

(Visited 99 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diventa Green!