AttualitàClimaInquinamento

Clima, a Bruxelles un affresco di 40 metri per proteggere l’ambiente

Condividi

Un affresco di 40 metri di altezza è comparso sulla parete di un palazzo in rue Louise a Bruxelles. L’opera, realizzata dall’artista spagnola Lula Goce, s’intitola ‘l’alchimista’ e rappresenta Madre Natura che si prende cura e protegge l’ambiente.

L’affresco, voluto dalle Nazioni Unite nell’ambito del decennio per il restauro dell’ecosistema, in collaborazione con l’organizzazione Street Art for Mankind, è solo il primo di una serie di 50 opere che compariranno nel corso dei prossimi 10 anni in varie città del mondo.

L’intento – spiegano i promotori – è di ricordare che gli ecosistemi del nostro pianeta sono minacciati dai cambiamenti climatici, dalla perdita di biodiversità e dall’inquinamento e che non è mai stato più urgente intervenire per proteggerli.

La ragazza che annega, la scultura protesta di Ruben Orozco contro i cambiamenti climatici

L’artista, Lula Goce, è nata e cresciuta in Galizia, in Spagna, circondata dalla natura e vuole trasferire questa sua esperienza nei grandi spazi urbani.

“Vivendo in città, circondati da auto ed edifici, perdiamo quella connessione con il mondo naturale – spiega l’artista, che ha già realizzato opere d’arte in tutto il mondo, tra cui Azerbaigian, Messico e Stati Uniti.

Clima, l’astronauta Luca Parmitano suona a Rockin’1000. L’appello ai giovani: “Il futuro della Terra è nelle vostre mani”

“Siamo parte della natura e spetta a noi essere responsabili del pianeta – aggiunge – l’arte creata in uno studio è per le persone che amano l’arte e sono alla ricerca dell’arte. Un affresco gigantesco sulla parete di un palazzo in piena città è dedicato alle persone che vanno al lavoro, che portano fuori la spazzatura e che non se lo aspettano”.

(Visited 20 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago