ClimaPolitica

Clima, Alto Adige e sicurezza. In Austria i Verdi vanno al Governo con la destra

Condividi

Clima. Un documento di 326 pagine tra cui spiccano la neutralità climatica entro il 2040,

un piano globale per diventare il Paese europeo precursore in materia ambientale, la sicurezza, la lotta all’immigrazione clandestina e la graduale riduzione delle tasse.

E’ il programma dell’insolita coalizione di governo in Austria tra il Partito popolare (OeVP) e i Verdi (Gruene).

L’accordo è stato trovato la sera di Capodanno tra i conservatori del cancelliere Sebastian Kurz e gli ambientalisti di Werner Kogler.

Kurz, 33 anni viennese, già premier austriaco, sarà nuovamente il premier, mentre il verde Werner Kogler, 58 anni originario della Stiria, sarà vicecancelliere.

E’ la prima volta nella storia austriaca che i Verdi entrano nel governo nazionale.

Clima, non solo Greta. Chi sono le altre influencer green

Una scommessa, come è stato definito a livello europeo, che vede da una parte il raggiungimento della neutralità carbonica una decina d’anni prima di quanto prefissato dall’Unione Europea, dall’altra Kurz proseguire la sua lotta a favore della sicurezza e contro l’immigrazione clandestina, pallino sin da quando era giovane ministro degli Esteri.

Di particolare rilievo, l’annuncio fatto a Vienna durante la conferenza stampa di presentazione del programma di leggi restrittive contro l’Islam politico“, il giovane cancelliere ha ribadito il divieto del velo nelle scuole per bambine di età inferiore ai 14 anni.

“Nel nostro Paese l’uguaglianza tra uomini e donne è importante e per me è importante che le ragazze possano crescere liberamente e senza pressione e non essere costrette ad indossare il velo se fino ad aver raggiunto la maturità religiosa” – ha precisato Kurz assicurando anche “un incremento di 2.300 poliziotti per ampliare la lotta contro la criminalità organizzata e migliorate le attrezzature per l’esercito e la milizia”.

Clima, il Pianeta si surriscalda e trasforma le opere d’arte

Il programma della Tuerkis-Gruene Koalition (coalizione verde-turchese), prevede l’introduzione di un biglietto annuale dal costo di 1.095 euro (3 euro al giorno) con cui sarà possibile utilizzare tutti i trasporti pubblici all’interno dell’Austria.

Il leader dei Verdi ha annunciato anche una riforma fiscale eco-sociale: saranno introdotte nuove misure di trasparenza e lotta contro la povertà infantile e il miglioramento dell’integrazione degli immigrati (per esempio, corsi di lingua tedesca).

Annunciate riduzione delle tasse per coloro che guadagnano di meno ma anche per aziende (dal 25 al 21 per cento) e nuovi bonus per la famiglia.

Tra i vari punti c’è anche una citazione per l’Alto Adige.

Nell’accordo non viene fatto, accenno al doppio passaporto per i cittadini sudtirolesi.

Sul documento si legge di “assistenza alle vittime del nazismo e i loro discendenti nel procedimento a ricevere la doppia cittadinanza”, ma non di più.

Ciò che, invece, è riportato a pagine 184 è il solido ruolo dell’Austria nei confronti dell’Alto Adige Suedtirol.

Si tratta della storica funzione di potenza tutrice, ovvero di garantire lo sviluppo dell’autonomia
altoatesina in stretto accordo con i rappresentanti dei gruppi linguistici tedeschi e ladini.

Clima, una missione per scoprire perché il ghiacciaio Thwaites si sta sciogliendo così rapidamente

Se la coalizione OeVP e Verdi è cosa storica, altrettanto è l’elevata percentuale di quote rosa nell’esecutivo: il 53 per cento.

Ben nove dei 17 membri sono donne.

Alla OeVP vanno la guida del governo con Sebastian Kurz a ricoprire l’incarico di cancelliere.

Ai Popolari andranno i ministeri, dell’Interno (Karl Nehammer), delle Finanze (Gernot Bluemel), della Difesa (Klaudia Tanner), dell’Economia (Margarete Schramboeck), dell’Integrazione e
delle donne (Susanne Raab), degli Esteri (Alexander Schallenberg), degli Affari europei (Karoline Edtstadler), dell’Agricoltura (Elisabeth Koestinger), del Lavoro e Famglia (Christine Aschbacher) e dell’Istruzione (Heinz Fassmann).

I quattro incarichi destinati ai Verdi saranno quello del vicecancelliere e sport (Werner Kogler), il super ministero che si occupera’ di ambiente, traffico, infrastrutture, energia, tecnologia ed innovazione (Leonore Gewessler), il Sociale (Rudolf Anschober) e la Giustizia (Alma Zadic).

I due Sottosegretari saranno Magnus Brunner (Popolari) all’Ambiente e Ulrike Lunacek (Verdi) all’Arte e alla Cultura.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago