Home Attualità Clima Clima, in Australia mezzo milione di evacuati a causa delle piogge torrenziali

Clima, in Australia mezzo milione di evacuati a causa delle piogge torrenziali

L’Australia sta affrontando una delle peggiori crisi ambientali del paese: le piogge torrenziali hanno causato 13 morti e costretto oltre 500mila persone a lasciare le proprie case

Più di mezzo milione di persone sono state evacuate dall’autorità pubblica in Australia a causa delle inondazioni che stanno colpendo l’est del Paese e che hanno causato la morte di tredici persone.

Queensland e Nuovo Galles del Sud le regioni più colpite dalle piogge torrenziali dove 11 persone risultano disperse. Non è ancora possibile quantificare i danni ma sono tanti i villaggi e le città completamente sommerse dalle acque.

Brisbane, la terza più popolosa del Paese, è stata fortemente colpita così come le città di Gympie e Lismore dove molti cittadini si sono rifugiati sui tetti delle proprie abitazioni dove sono rimasti per ore ad aspettare i soccorsi.

Dominic Perrottet, il capo del governo locale del Nuovo Galles del Sud, ha fatto sapere che 17 aree sono state dichiarate zone di disastro, che sono stati emessi 26 ordini di evacuazione forzosa per 40mila persone e cinque allarmi di evacuazione, che riguardano oltre 500mila persone. 

“In questo momento ci stiamo concentrando sul nord, ma molto rapidamente, come stiamo iniziando a vedere a Sydney, le piogge pesanti e gravi si stanno spostando verso sud”, ha detto Perrottet.

Clima, l’ultimo rapporto Ipcc: “Impatti già irreversibili”. Ed è allarme Mediterraneo

Articolo precedenteUcraina, partiti aiuti umanitari della Croce Rossa Italiana
Articolo successivoClima, Sofia su TikTok: “Ne parlo nel modo più accessibile e divertente possibile”