AttualitàClimaSalute

Clima, allerta in Gran Bretagna: “In estate ondate di calore, ci saranno molte vittime”

Condividi

Clima, in Gran Bretagna è già allerta in vista dell’estate. “Saremo colpiti da violente ondate di calore, potranno esserci moltissime vittime”, l’allarme degli esperti.

Clima, è allerta caldo in Gran Bretagna in vista dell’estate. Il Met Office, l’Agenzia meteorologica del Regno Unito, avverte che nei prossimi mesi il paese sarà colpito da violente ondate di calore: “C’è il 40% di possibilità in più che la temperatura globale annuale superi di 1,5°C i livelli pre-industriali“. Uno scenario allarmante, confermato anche da vari climatologi, che puntano il dito contro l’incapacità di prendere misure efficaci negli ultimi anni. E gli esperti di salute pubblica avvertono: “Potrebbero esserci tantissime vittime, specialmente tra anziani, bambini e chi soffre di patologie croniche come l’asma“.

Inquinamento, disastro ambientale in Sri Lanka: spiagge ricoperte di petrolio e plastica bruciata

Sotto accusa, ovviamente, ci sono le emissioni di gas serra, mai realmente contenute attraverso iniziative politiche. Il Guardian affronta l’argomento e riporta i timori dei climatologi, che temono per l’estate imminente scenari simili a quanto accaduto nel 2003, nel 2006 e nel 2018. Tre anni fa, infatti, almeno 2500 morti furono causate dalle violente ondate di calore. Julia King, membro della Commissione per il cambiamento climatico del Regno Unito, ha spiegato: “Le misure prese finora si sono rivelate insufficienti, non stiamo facendo nulla per contrastare una minaccia che si ripete ogni estate. Se non agiamo subito, nel 2050 le morti potrebbero essere il triplo di quelle registrate nel 2018“.

Usa, Biden sotto accusa: “Continua la politica delle trivelle in Alaska voluta da Trump”

Il Servizio sanitario nazionale del Regno Unito, nel 2004, aveva approvato un piano per le ondate di calore, che però poi è stato abolito una volta accertata la sua inadeguatezza. Come ha spiegato il climatologo Bob Ward in una lettera indirizzata al premier Boris Johnson, “le ondate di calore sono disastri naturali che in Gran Bretagna hanno ucciso migliaia di persone negli ultimi anni, e se avessimo avuto una strategia migliore avremmo potuto salvare molte vite“.

Clima, Shell perde la causa: dovrà ridurre le emissioni. Greenpeace: “Vittoria storica”

Il problema del cambiamento climatico in Gran Bretagna, spiega ancora il Guardian, sembra essere un cane che si morde la coda. Le misure per isolare termicamente gli edifici contro il freddo in inverno, infatti, nei mesi caldi si rivelano controproducenti, dal momento che il calore viene accumulato e per mantenere gli ambienti interni freschi si consuma sempre più energia.

(Visited 42 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago