Territorio

Clima, dal 14 al 18 agosto torna FestAmbiente 2019. Tutte le info

Condividi

Clima. Musica, cinema, mostre, spettacoli, laboratori per bambini, incontri e molto altro ancora.

Torna l’appuntamento con FestAmbiente, il Festival di Legambiente che ogni anno vuole sensibilizzare i partecipanti ad adottare stili di vita sempre più sostenibili.

Appuntamento dal 14 al 18 agosto 2019 a Ripescia (GR), alle porte del Parco regionale della Maremma, in un’area di 3 ettari divisa in quartieri tematici in cui il cibo italiano sarà uno dei protagonisti assoluti con un nuovo padiglione che valorizza le straordinarie eccellenze del nostro paese.

Tema centrale di questa edizione, sarà la lotta ai cambiamenti climatici che passerà attraverso uno sguardo rinnovato verso il futuro.

DiCaprio torna con un nuovo documentario sui cambiamenti climatici TRAILER

A Festambiente 2019, infatti, troveranno casa le istanze dei giovani che con Greta stanno smuovendo le coscienze di tutto il mondo e ci stanno ricordando che dobbiamo tutti lavorare per salvare il nostro futuro.

Se, dunque, i tradizionali contenitori rimarranno pressoché invariati, avendo dimostrato nel corso del tempo di essere vincenti, a cambiare sarà la formula che oggi più che mai ha il compito di coinvolgere soprattutto i giovani.

“Il momento di agire è adesso – dichiara Angelo Gentili, coordinatore di Festambiente e membro della segreteria nazionale di Legambiente – e per questo motivo è fondamentale che momenti di condivisione come Festambiente si trasformino in occasioni per tracciare il futuro del Paese. Da trentuno anni ad oggi, Festambiente rappresenta un punto di riferimento per l’ambientalismo e per le sfide che ci attendono. Quello di quest’anno, dunque, sarà un banco di prova molto importante: il presente con il quale ci troviamo a fare i conti ci sta mettendo di fronte ad interrogativi epocali e per questo motivo dobbiamo capire come riuscire ad essere il più possibile incisivi e capaci di creare un’onda green in grado di coinvolgere tutte le generazioni”.

Clima, il caldo scioglie un ghiacciaio. Un paese travolto dall’acqua VIDEO

Ad aprire questa trentunesima edizione di Festambiente, sarà il ‘Concerto per il Clima‘, durante il quale Daniele Silvestri salirà sul palco accompagnato da Diodato e Mirkoeilcane.

Una serata in cui – si legge in una nota – tutto parlerà di futuro e di come salvare il pianeta.

Seguiranno poi: la band ‘The Zen Circus‘ il 15 agosto, Max Gazzè il 16 e Carmen Consoli il 17 agosto.

Chiuderà la kermesse il 18 agosto, Alpha Blondy.

Il palco sarà interamente dedicato al clima con installazioni videografiche e particolari accorgimenti mentre il festival, oltre ad essere efficiente dal punto di vista energetico attraverso fonti rinnovabili, sarà ancora una volta plastic-free.

“Se dovessi scegliere una parola chiave per Festambiente 2019 – ha aggiunto Gentili – opterei per ‘coraggio’. Quelle che abbiamo di fronte sono sfide epocali che richiedono un grande coraggio per essere affrontate e vinte e noi di Legambiente il coraggio di provare a cambiare le cose lo abbiamo e vogliamo trasmetterlo a chi vorrà seguirci”.

Clima, Alto Adige raccoglie in un’app tutti i dati delle stazioni meteo

Festambiente, si propone infine come festival modello di sostenibilità e per questo:

le emissioni saranno compensate grazie al supporto di Azzero CO2, attraverso l’acquisto di crediti di emissione sul mercato volontario provenienti dal progetto di compensazione di produzione della carbonella riciclata in Cambogia.

– il festival di Legambiente si caratterizza per un impatto ambientale ed energetico ridotto alle dimensioni minori possibili.  Alcune piazze del Festival sono dotate di lampioni a led e risparmio energetico. Una parte dell’energia elettrica consumata è prodotta dai pannelli fotovoltaici montati sul tetto della struttura sede del Centro Nazionale per la promozione dell’Energia Rinnovabile.

– la manifestazione sarà plastic free

– tutti gli altri rifiuti saranno differenziati quanto più possibile

– l’acqua verrà servita solo in caraffa in modo tale da limitare lo spreco di bottigliette o contenitori usa e getta.

i piatti saranno solo di ceramica ed i bicchieri di vetro. Nei bar e nei punti ristoro, il protagonista assoluto è il Mater-B. Niente plastica o derivati, dunque, ma materiali biodegradabili al 100%.

– sarà limitato al minimo lo spreco idrico grazie all’utilizzo di riduttori di flusso, che permetteranno di risparmiare il 60% di acqua.

– l’alimentazione di Festambiente sarà rigorosamente biologica, a km zero e a base di prodotti tipici della Maremma, al fine di limitare i grandi viaggi della distribuzione alimentare tradizionale e offrire prodotti freschi e di alta qualità.

– ogni materiale cartaceo utilizzato, sia in ambito interno che per il pubblico della manifestazione, sarà a basso impatto ambientale, proveniente da materiale riciclato e rispettoso dell’ambiente.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago