Territorio

Clima, 5 milioni di alberi piantati in Messico per combattere il cambiamento climatico

Condividi

In Messico gli alberi crescono quattro volte più veloci rispetto all’Europa. Per questo motivo l’organizzazione Plant for Planet ha scelto di piantare qui circa 5 milioni di alberi per contrastare i cambiamenti climatici e produrre lavoro per gli abitanti della zona.

Alberi, record: piantati 22 milioni nel 2018. Ecco dove

La riforestazione è considerata come una delle strategie più semplici per contrastare i cambiamenti climatici. Per questo motivo un team di ambientalisti messicani, composto da più di cento lavoratori, sta operando per piantare circa 5 milioni di alberi intorno ai propri villaggi, nell’area di Ciudad Constitucion nel sud del Messico.

Alberi, in Etiopia piantati 350 milioni in un giorno

Dall’inizio della loro missione, in collaborazione con Plant for the Planet dal 2016, il team ha già piantato più di 500.000 alberi nella zona.

Plant for the Planet, un’organizzazione che si sta impegnando nel piantare mille miliardi di alberi nel mondo entro i prossimi trent’anni, ha scelto strategicamente il Messico dove gli alberi crescono quattro volte più veloci rispetto all’Europa.

Emergenza climatica, piantare alberi potrebbe salvare il pianeta

L’organizzazione ha già piantato 13.6 miliardi di alberi dal 2006 e attualmente in media viene seminato una pianta ogni quindici secondi. L’iniziativa non è solamente utile a riportare il verde nell’area ma attualmente produce lavoro ed entrate per gli abitanti della zona.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago