I dati del rapporto della ong britannica Christian Aid che, tra l’altro, tengono in considerazione solo gli eventi più disastrosi avvenuti solo nei Paesi più ricchi.

Oltre mille vittime (almeno 1.075 per la precisione), più di 1,3 milioni di sfollati e danni totali per almeno 170 miliardi di dollari (oltre 150 miliardi di euro). Nel 2021, gli eventi estremi causati dalla crisi climatica sono stati ancora più disastrosi rispetto al 2020 (quando i danni delle calamità furono stimati in circa 132 miliardi di euro). È quanto emerge dal rapporto diffuso dalla ong britannica Christian Aid che, tra l’altro, avverte: “Le stime si basano solo sui danni assicurati, con i costi reali che sono sicuramente più elevati, e sui principali eventi avvenuti nei Paesi ricchi, quando sappiamo che altri hanno colpito quelli poveri, poco responsabili del cambiamento climatico“.

Si pensi, ad esempio, alle inondazioni in Sud Sudan, che hanno colpito 800mila persone e il cui costo economico non è stato quantificato. Nelle stime economiche, l’evento più catastrofico è stato la tempesta Ida, che ha colpito gli Stati Uniti tra agosto e settembre con danni pari a 65 miliardi di dollari (oltre 57 miliardi di euro). Seguono poi le alluvioni di luglio in Germania, Belgio e altri Paesi vicini (quasi 38 miliardi di euro di danni), poi c’è la tempesta invernale Uri negli Stati Uniti (circa 20 miliardi di euro). Le inondazioni in Cina, nello scorso luglio, sono costate invece circa 15,5 miliardi di euro; quelle nella Columbia Britannica, in Canada, hanno causato danni per 6,62 miliardi; l’ondata di freddo a fine aprile in Francia ha devastato le coltivazioni causando danni per quasi 5 miliardi. Segue poi il ciclone Yaas che a maggio aveva colpito India e Bangladesh.

Manovra, tutte le misure ‘green’: dagli aiuti alle imprese al Fondo italiano per il clima

Una reale stima dei danni causati dalla crisi climatica nel 2021 non è possibile, anche se una stima globale era stata pubblicata poche settimane fa da Swiss Re: il costo totale potrebbe attestarsi sui 250 miliardi di dollari (oltre 220 miliardi di euro), il 24% in più rispetto al 2020.

Articolo precedenteDal Pnrr alla Cop26, il 2021 è stato l’anno della transizione ecologica
Articolo successivoClima, il 2021 nella top ten tra gli anni più caldi dal 1800