Home Attualità Clima, con lo scioglimento dei ghiacci invasione di specie aliene

Clima, con lo scioglimento dei ghiacci invasione di specie aliene

clima ghiacciai specie aliene

Il caso emblematico della Georgia del Sud, isola sub-antartica dove aumenta sempre più il terreno scoperto a causa del riscaldamento globale. 

La crisi climatica e il conseguente riscaldamento globale stanno provocando uno scioglimento dei ghiacciai in tutto il Pianeta, ma ad un ritmo decisamente superiore ai due Poli. Le conseguenze possono essere molteplici e tra queste c’è anche un sensibile aumento della diffusione di specie invasive, sia animali che vegetali. Lo conferma anche uno studio di ricercatori internazionali, relativo ai territori interessati dallo scioglimento dei ghiacciai nella Georgia del Sud, isola sub-antartica situata nell’Atlantico meridionale.

Le specie aliene sono state portate in questo territorio dall’uomo nei decenni e nei secoli passati, spesso involontariamente, ma si stanno diffondendo grazie ad un clima sempre più favorevole. I ricercatori hanno studiato il terreno rimasto scoperto dallo scioglimento dei ghiacciai e analizzato la biodiversità nella zona, creando un vero e proprio inventario della flora e della fauna che stanno colonizzando questi territori.

Ciò che hanno rilevato i ricercatori è che la velocità dello scioglimento del ghiaccio va di pari passo con la diffusione delle specie invasive. Le piante cosiddette ‘pioniere’ coprono progressivamente più terreno e sono seguite da un numero crescente di specie, vegetali e animali. I ricercatori hanno anche scoperto che due specie di piante temperate dell’emisfero settentrionale, l’erba annuale dei prati e la Cerastium fontanum, hanno colonizzato il territorio più velocemente di tutte le altre.

Le esplorazioni necessarie per l’analisi dei terreni scoperti nella Georgia del Sud sono molto difficili dal punto di vista logistico e richiedono un grande dispendio di tempo, energia e mezzi. L’isola, infatti, è raggiungibile solo dopo diversi giorni di traversata partendo dalle isole Falkland, e una volta raggiunta occorre utilizzare piccole imbarcazioni per spostarsi verso i ghiacciai, che si trovano su terreni decisamente impervi. Ora, l’obiettivo dei ricercatori è capire se la diffusione di specie invasive possa minare l’equilibrio dell’ecosistema nella zona, a scapito delle specie autoctone.