CinemAmbiente, a Torino dal 31 maggio al 5 giugno. INFO

25CinemAmbiente. Più di cento film divisi tra sezioni competitive e non competitive, tra lunghi, medi e cortometraggi per una panoramica a 360° della miglior cinematografia green internazionale e dei temi più attuali del dibattito ambientale.

Stiamo parlando della 22esima edizione del Festival CinemAmbiente, che dal 31 maggio al 5 giugno torna a Torino.

Un’edizione, questa, dedicata alla “Green Generation”.

Rifiuti, al cinema arriva ‘Trash’. Il film di animazione sulla seconda vita degli oggetti

Un omaggio all’impegno dei giovanissimi che si battono, a livello locale e globale, per politiche di sviluppo in grado di preservare l’equilibrio del Pianeta.

Non solo semplice vetrina della più recente e selezionata filmografia green in arrivo da svariati Paesi e continenti, il Festival rappresenta da sempre un osservatorio privilegiato per analizzare e approfondire – spesso anche anticipare – le urgenze e le tendenze che emergono nel dibattito ambientalista.

Roma-Giappone: Virginia Raggi a “Urban 20”, il summit dei sindaci sul clima VIDEO

L’edizione 2019 non poteva quindi non dedicare spazio al fenomeno dirompente del nuovo attivismo giovanile che, negli ultimi mesi, ha richiamato con forza l’attenzione dell’opinione pubblica internazionale sull’ineludibilità dell’emergenza ambientale planetaria e sull’improcrastinabilità di misure in grado di contrastare concretamente i cambiamenti climatici.

L’Onda Verde, nata sulla scia delle battaglie della sedicenne Greta Thunberg e oggi convogliata nel movimento dei #FridaysForFuture, ha nel frattempo raggiunto anche il Cinema.

Brian May dei Queen e il concerto contro i cambiamenti climatici

Il neo-movimentismo ambientale -di cui il Festival aveva colto i fermenti fin dalla scorsa edizione, con il premio al film Aktivisti, incentrato sulla battaglia ambientalista di una militante appena quindicenne- ha attirato l’attenzione di diversi registi e documentaristi, rendendo i Millennials e la generazione Z protagonisti di diversi titoli in cartellone.

A inaugurare il festival sarà ‘The Human Element‘, dedicato alla nuova impresa di James Balog, a cui va quest’anno il premio speciale del Festival “Movies Save The Planet“.

Il pluripremiato fotografo statunitense esplora le alterazioni dei quattro elementi (acqua, aria, terra e fuoco) provocate dall’azione del quinto: l’uomo.

Una selezione di suoi scatti originali in mostra sulla cancellata della Mole Antonelliana.

Tutti gli eventi e le proiezioni del Festival sono a ingresso gratuito.

Milano dichiara l’emergenza climatica: in Italia è la prima tra le grandi città a farlo

Complessivamente saranno 120 i film presentati, suddivisi nelle quattro tradizionali sezioni competitive del Festival(concorso documentari internazionali, concorso documentari One Hour, concorso documentari italiani, concorso cortometraggi internazionali) e nelle sezioni Panorama ed Eventi speciali, riservate ai film fuori concorso.

Ad esse si aggiunge la sezione autonoma di CinemAmbiente Junior, istituita dallo scorso anno e riservata alle Scuole (Primarie e Secondarie di I e II grado), all’interno della quale sono stati proposti un concorso per cortometraggi a tema ambientale e un ciclo di proiezioni e attività didattico-laboratoriali in corso dal 22 marzo.

Consulta qui il programma

(Visited 79 times, 1 visits today)

Leggi anche

Diretta Live
Diventa Green!