Cultura

CINEMADAYS, TORNA L’INIZIATIVA AL CINEMA CON 3 EURO. TUTTE LE DATE

Condividi

Cinemadays. Dopo il successo delle edizioni precedenti torna Cinemadays, la campagna promossa da Mibact prevede il biglietto d’ingresso nelle sale cinematografiche a soli 3 euro. Tutte le date 2018.

L’iniziativa, promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo in collaborazione con ANICA- Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive, prevede l’ingresso scontato a tre euro in tutti i cinema d’Italia aderenti in tre diversi periodi: dal 9 al 12 aprile, dal 9 al 15 luglio e dal 24 al 27 settembre.

La grande novità dei Cinemadays del 2018 è che, per l’intera seconda settimana di agosto, dal 9 al 15 agosto 2018, i cinema aderenti offrono la visione di alcune anteprime della nuova stagione cinematografica.

Cinemadays restituisce agli italiani l’opportunità di andare al cinema e godersi una pellicola senza dover spendere quasi dieci euro. “Il mondo del cinema è unito e presenta oggi una nuova promozione per aumentare il numero degli spettatori nelle sale cinematografiche, anche nei mesi estivi. 15 giorni di cinema a tre euro e una intera settimana ad agosto dedicata alle anteprime. Sono sicuro che anche questa promozione riscontrerà grande successo soprattutto tra le famiglie e i più giovani”, ha detto Dario Franceschini, ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Tutte le informazioni riguardo i cinema aderenti saranno disponibili su di un sito internet dedicato che verrà realizzato dal MiBACT insieme allo spot che accompagnerà l’iniziativa seguendone il calendario: http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/index.html

Spettacoli a tre euro

– Dal 9 al 12 aprile

– Dal 9 al 15 luglio

– Dal 24 al 27 settembre

Settimana dedicata alle anteprime

– Dal 9 al 15 agosto

(Visited 714 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago