Le cicale, sono di colore marrone scuro o verde e hanno una lunghezza variabile tra 2,3 e 5,6 cm.

I maschi portano sotto l’addome un organo stridulatore, mentre le femmine emettono un suono secco con le ali, simile allo schioccare delle dita (non facile da udire come nel maschio): esso permette al maschio di individuarle. “Frinire” è il verbo con cui si indica il suono caratteristico emesso dalle cicale.

L’apparato sonoro è costituito da lamine (timballi) tese da tendini che le collegano a muscoli, sui lati dell’addome; per produrre il suono l’insetto fa vibrare le lamine e camere d’aria provvedono alla risonanza.

Non si tratta quindi di un suono prodotto da sfregamenti di parti del corpo.

Articolo precedenteLe cubomeduse, tra le creature più mortali del mare
Articolo successivoLa barriera corallina, una delle sette meraviglie del mondo naturale.