Home Animali Chiara Ferragni con la testa di leone di Schiaparelli, scoppia la polemica...

Chiara Ferragni con la testa di leone di Schiaparelli, scoppia la polemica sui social

Chiara Ferragni con la testa di leone di Schiaparelli, scoppia la polemica sui social

La sfilata di Schiaparelli con le teste di animali scatena le polemiche sui social. Critiche su Instagram alla foto di Chiara Ferragni con la testa di leone

La maison di moda Schiaparelli ha scatenato una bufera sul web con la sua sfilata ispirata all’Inferno di Dante presentata alla Paris Fashion Week. In passerella gli abiti di Daniel Roseberry indossati da top model come Irina Shayk e Naomi Campbell sono decorati con teste di animali. Criticata anche Chiara Ferragni, presente alla sfilata, che posta una foto con la testa di leone peluche di Schiaparelli.

Come si legge sul profilo Instagram di Schiaparelli, gli animali sono finti: “Il leopardo, il leone e la lupa – che rappresentano lussuria, orgoglio e avarizia nell’iconica allegoria di Dante – sono scolpiti e dipinti a mano in resina, lana e finta pelliccia per sembrare più realistici possibile”

Chiara Ferragni e la foto con il leone di Schiaparelli, i commenti sui social

Nel post pubblicato dall’influencer Chiara Ferragni, si vede lei insieme a Kyle Jenner e alla testa di leone che ha scatenato la polemica degli utenti. Sotto al post infatti, si leggono commenti critici secondo cui Schiaparelli “inneggia alla violenza sugli animali e alla caccia illegale”, nonostante l’influencer abbia specificato “Ragazzi, il leone è finto”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chiara Ferragni ✨ (@chiaraferragni)


“Il leone può anche essere finto ma è il messaggio che lascia a desiderare” è uno dei commenti che si leggono sotto al post, e ancora: “Terrificante e spero che ritirino questa collezione”.

“Anche se è falso, trasmette un messaggio sbagliato e voi ne siete consapevoli. Altrimenti non avresti scritto direttamente nella didascalia che è un fake. Sai che questo è sbagliato e glorifica la caccia ai trofei, per esempio. Ci sono confini, anche nel mondo della moda glamour, dovresti accettarli”, commenta un altro utente.

Non sono mancate le polemiche anche da parte degli animalisti, disturbati dalla sfilata di Schiaparelli a Parigi, come si legge nel tweet di World Animal Protection Uk: “Sebbene le teste di animali siano finte, evocano l’atto profondamente crudele della caccia ai trofei e rendono affascinante l’uso di pelli di animali nella moda”

 

Articolo precedenteGuasto alla metro A, Roma va in tilt: l’ira dei pendolari
Articolo successivoChatGPT a scuola: l’intelligenza artificiale è un bene o un male per l’istruzione?