Riciclo e RiusoRifiuti

#RicicloInCasa, la nuova challenge lanciata dal Ministero dell’Ambiente

Condividi

Challenge. Creare qualcosa con oggetti di scarto destinati ad essere buttati e poi pubblicare una foto o un video sui propri social. È cosa chiede la nuova campagna challenge #RicicloInCasa lanciata dal Ministero dell’Ambiente.

“ Stiamo vivendo una situazione incredibile, come ha detto il nostro Presidente Conte ‘È la crisi più grave dal dopoguerra’ – scrive sulla sua pagina Facebook il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa -dopo l’ultimo decreto emanato altre persone sono costrette a rimanere a casa, questo è l’unico modo che tutti noi abbiamo per sconfiggere questo mostro”.

Italia aderisce al Patto per il riuso e riciclo della plastica

Come funziona la challenge:

Ognuno di noi con una foto o un video condivide il suo impegno per il riciclo o il riuso.

Hai creato qualcosa con oggetti di scarto destinati ad essere buttati? Stai dando nuova vita a un imballaggio?

In che modo hai organizzato la tua differenziata?

Pubblicalo sui social e invita 3 persone a farlo non dimenticando l’hastag #RicicloInCasa.

Quando il riciclo diventa di moda. Il vintage è l’abbigliamento del futuro

Riciclo, ecco Re-born, le scarpe realizzate usando vecchie vele

“Magari chissà – scrive ancora Costa – qualcuno potrà prendere spunto dalle tue idee e in questi giorni può rendere più piacevole e utile il proprio stare in casa e allo stesso tempo daremo tutti insieme un aiuto all’ambiente”.

Il ministro Costa, postando una fotografia in cui fa la raccolta differenziata ci spiega come questa si “alla base della filiera dell’economia circolare”.

“Ecco come abbiamo organizzato in casa la nostra raccolta differenziata e – scrive Costa – aderendo alla campagna, #RicicloInCasa ecco le mie tre nomination: mia figlia Ornella che vive a Monza con suo marito e le bambine, che stanno imparando ancora meglio e con più chiarezza a separare correttamente tutto prima di gettare via, Mariateresa Belardo super cuoca che in queste ore è in prima linea perché lavora in uno studio medico a Napoli nord. Ringrazio tutti i medici e tutti gli operatori sanitari per il grande sacrificio quotidiano: vi siamo grati! E nomino il caro amico Giampiero Trizzino, deputato dell’Assemblea regionale siciliana, che si occupa quotidianamente di ambiente”.

(Visited 111 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago