AnimaliRoma

Cerveteri, il comune dice no agli animali alla catena

Condividi

“La tutela degli animali al primo posto”. Così scrive il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci con un post su Facebook annunciando che non ci saranno mai più animali alla catena. 


Proseguiamo il lavoro avviato dalla Consigliera Roberta Rognoni e prima Delegata alla Tutela degli Animali. Non è e non sarà certamente facile“. In un post su Facebook il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci, annuncia un traguardo importante per la tutela degli animali, “parti integranti delle nostre vite e delle nostre famiglie“: mai più animali alla catena. 

Animali, anche in Cambogia arriva il divieto al consumo di carne di cane

L’amore e la dedizione con la quale lavorava Roberta rimarranno per sempre nei nostri cuori e negli occhi di tutti coloro che l’hanno conosciuta ed hanno collaborato con lei. Ieri, in Consiglio comunale abbiamo apportato alcune importanti modifiche.

Continua su Facebook: “La nostra città è da sempre stata in prima linea per la tutela e i diritti degli amici animali. Siamo stati infatti tra i primi comuni d’Italia ad approvare un regolamento specifico a loro dedicato, minuzioso e dettagliato sotto ogni aspetto. Oggi, dopo un attento lavoro, lo abbiamo ulteriormente migliorato. Un ottimo lavoro di squadra, che conferma l’impegno della nostra amministrazione sulle politiche degli animali“.

Animali, salvati quattro cuccioli di riccio da un “nido” di rifiuti di plastica: stavano per soffocare

La modifica più importante approvata fa riferimento al divieto assoluto di utilizzo della catena per tutti gli animali all’interno di tutte le proprietà. Oltre a questo viene vietato l’utilizzo e la vendita di colle per la cattura di ratti e di qualsiasi altra specie di animale. Formalizzata inoltre anche l’impossibilità di vietare l’accesso agli animali di affezione all’interno degli ascensori condominiali. Altre modifiche riguardano le razze di animale ritenute pericolose: per loro, obbligatoria la stipula di un’assicurazione e per i cani è obbligatorio guinzaglio e museruola

REGOLAMENTO COMPLETO

(Visited 38 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago