Roma

Capitali italiane della Cultura 2022, la città di Cerveteri tra le 10 finaliste

Condividi

“Cerveteri è tra le dieci città finaliste per il titolo di Capitale Italiana della Cultura per l’anno 2022. Una notizia che mi riempie di emozioni difficili da descrivere”. Intervista ad Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri. 

Sono state comunicate le dieci città finaliste per il titolo di Capitale italiana della cultura per il 2022 scelte dalla giuria tra le 28 città preselezionate tra quelle che avevano risposto al bando. Tra queste anche la città di Cerveteri (Roma) con il progetto “Cerveteri 2022. Alle origini del futuro“.
In un anno così difficile, questa notizia assume un valore ancora più alto. Il distanziamento sociale, il blocco delle attività dello spettacolo e della musica dal vivo, la chiusura dei cinema e dei teatri, ci spingono a un impegno ancora più importante e sono fermamente convinto che la nostra economia possa e debba ripartire proprio dallo sconfinato patrimonio della nostra nazione –  commenta il sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci Dopo il titolo di *Città della Cultura del Lazio* 2020 (poi esteso per il Covid-19 al 2021) e la *presidenza dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale* (dal 2019) che ha al suo interno i Comuni che ospitano un sito UNESCO, è il coronamento dell’impegno e del lavoro fatto sulle politiche culturali

Cerveteri, il comune dice no agli animali alla catena

Ed ecco le dieci finaliste con i titoli dei loro progetti: 1. Ancona – Ancona. La cultura tra l’altro;
2. Bari – Bari 2022 Capitale italiana della cultura;
3. Cerveteri (Roma) – Cerveteri 2022. Alle origini del futuro;
4. L’Aquila – AQ2022, La cultura lascia il segno;
5. Pieve di Soligo (Treviso) – Pieve di Soligo e le Terre Alte della Marca Trevigiana;
6. Procida (Napoli) – Procida Capitale italiana della cultura 2022;
7. Taranto – Taranto e Grecia Salentina. Capitale italiana della cultura 2022. La cultura cambia il clima;
8. Trapani – Capitale italiana delle culture euro-mediterranee. Trapani crocevia di popoli e culture, approdi e policromie. Arte e cultura, vento di rigenerazione;
9. Verbania – La cultura riflette. Verbania, Lago Maggiore;
10. Volterra (Pisa) – Volterra. Rigenerazione umana.

Tartaruga caretta caretta deposita le uova dopo un viaggio da Marina di Cerveteri a Palo VIDEO

Alla vincitrice verrà assegnato un contributo di 1 milione di euro e l’esclusione delle risorse investite nella realizzazione del progetto dal vincolo del patto di stabilità. Le dieci città finaliste dovranno presentare i propri dossier alla Giuria in un’audizione pubblica, della durata di massimo un’ora, composta, per metà, dalla presentazione del progetto e, per l’altra metà, da una successiva sessione di domande. Gli incontri si terranno, compatibilmente con le misure di contenimento adottate dal Governo per la situazione epidemiologica in atto, presso il Collegio Romano, sede centrale del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, nei giorni 14 e 15 gennaio 2021, secondo il calendario e le modalità che verranno rese note a seguire.

Sarà compito della Giuria raccomandare al Ministro  Dario Franceschini il progetto di candidatura più idoneo alla designazione della città “Capitale italiana della cultura” per l’anno 2022 entro il 18 gennaio 2021, al fine dell’attribuzione del titolo da parte del Consiglio dei ministri.

(Visited 5 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago