centrale nuclare ucraina zaporizhzhia

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato di essere preoccupato per quanto sta accadendo nei dintorni della centrale nucleare di Zaporizhzhia in Ucraina

I combattimenti in corso nei pressi della centrale nucleare di Zaporizhzhia in Ucraina e l’annuncio da parte dell’esercito russo di aver disseminato di mine antiuomo lungo tutta la zona circostante la centrale, fa alzare al preoccupazione internazionale.

Il segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha dichiarato di essere “seriamente preoccupato” per quanto sta succedendo.

“Invito le forze militari della Federazione Russa e dell’Ucraina a cessare immediatamente tutte le attività militari nelle immediate vicinanze dell’impianto e a non prendere di mira le sue strutture o dintorni”, ha dichiarato il segretario generale dell’Onu.

La centrale di Zaporizhzhia è stata uno dei primi obiettivi dell’invasione russa in Ucraina. Qualche giorno fa Valeri Vasilyev, a capo del comando russo a Zaporizhzhia, aveva scritto sui social un post (poi rimosso) in cui si leggeva: “Il nemico sa che l’impianto sarà russo o di nessuno”.

I motivi dell’interesse russo stanno nel fatto che con i suoi sei reattori, che hanno una capacità netta di 950 megawatt di elettricità, l’impianto potrebbe soddisfare la domanda di elettricità di 4 milioni di famiglie. 

I combattimenti intorno alla centrale, però, non si fermano. Tanto che è previsto per questa sera alle 21 una riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla situazione vicino la centrale.

Articolo precedenteThe Living Sea, il 2 settembre l’evento contro lo shark finning
Articolo successivoArtemis I, sale l’attesa per il primo test della navicella. L’obiettivo è riportare l’essere umano sulla Luna