Riciclo e RiusoRifiutiRoma

Roma, al via il progetto 100 panchine in plastica riciclata. Ecco dove verranno installate

Condividi

Cento panchine in plastica riciclata saranno installate temporaneamente nell’area archeologica di Gabii e successivamente nel Parco di Villa Borghese a formare il Terzo Paradiso dell’artista Michelangelo Pistoletto e poi saranno donate alla Città. Preco System

 

Generare un impatto sociale e culturale sul territorio in un’ottica di sostenibilità ed ecologia attraverso l’arte contemporanea. Questo è l’obiettivo del progetto artistico: “100 panchine per Roma”, nato nel contesto del Rebirth Forum Roma 2019 e sviluppato da Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, organizzazione no profit che si occupa della promozione dell’arte contemporanea.

Attraverso un percorso di finanziamento dal basso rivolto a singoli cittadini, gruppi e aziende, verrà realizzata un’inedita versione dell’opera “Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto, artista, pittore e scultore italiano, animatore e protagonista della corrente dell’arte povera, vincitore del Leone d’oro alla Carriera alla Biennale di Venezia.

Poste Italiane, a Roma le tradizionali cassette rosse diventano digitali: monitoreranno la qualità dell’aria

L’installazione sarà composta da ben 100 panchine in plastica riciclata al 100% realizzate dalla Società Preco System Srl di Gemona del Friuli (UD), partner del progetto nonché leader nella realizzazione di arredi e componenti per outdoor in plastica al 100% riciclata Hanit.

Le panchine del modello “Roma” selezionate per il progetto sono realizzate in plastica riciclata al 100% post consumo, e sono certificate dall’IPPR di Milano con il marchio PSV (plastica Seconda Vita da raccolta differenziata dei rifiuti). Su ciascuna di esse verrà poi apposta una targhetta con il nome della realtà donatrice che l’ha “adottata”.

Il progetto si sviluppa in più fasi: alla fine del 2020 ha preso avvio la campagna di raccolta fondi che ha portato numerosi cittadini, associazioni e aziende ad adottare una panchina aggiungendo anche un messaggio che veicola il valore che, per ciascuno, ha questo gesto.

Roma, il progetto per la mobilità al Salario: zona 30 intorno a piazza Alessandria, poi piazza Fiume senza auto

In una seconda fase, l’installazione verrà realizzata nel VI Municipio di Roma e domenica 23 maggio sarà oggetto di una presentazione in collegamento dal sito archeologico di Gabii nell’ambito di IPER – Festival delle Periferie (21 – 23 maggio) diretto da Giorgio de Finis e, successivamente, in Piazza di Siena, Villa Borghese, all’interno della seconda edizione di Back to Nature. Arte Contemporanea a Villa Borghese, a cura di Costantino D’Orazio.

Le 100 panchine saranno, successivamente, donate alla Città di Roma che le dislocherà laddove c’è più bisogno: in prossimità di scuole e altri luoghi di socialità, promuovendo iniziative di educazione civica e cittadinanza attiva.

È la fusione fra il primo e il secondo paradiso. Il primo è quello in cui gli esseri umani erano totalmente integrati nella natura. Il secondo è il paradiso artificiale, sviluppato dall’intelligenza umana, fino alle dimensioni globali raggiunte oggi con la scienza e la tecnologia. Il Terzo Paradiso è la terza fase dell’umanità, che si realizza nella connessione equilibrata tra l’artificio e la natura.”

Con queste parole l’artista Michelangelo Pistoletto descrive il simbolo del Terzo Paradiso, protagonista del progetto “100 panchine per Roma”. L’io e il tu, insieme, formano un noi che rappresenta la crescita, lo sviluppo e la forza di una comunità che, mai come nella contemporaneità, ha bisogno di prendersi cura anche dell’ambiente circostante, e di farlo in maniera collettiva. Da qui l’idea di utilizzare, per la prima volta, le panchine per riprodurre l’installazione: panchine dove più di una persona possa sedersi e realizzate a partire da plastiche di rifiuto, ed esse stesse riutilizzabili.

A scuola a piedi per salvare l’ambiente, a Fiumicino parte la sperimentazione di Pedibus

Preco System Srl, da oltre 20 anni ha sposato i concetti di ecologia e sostenibilità, tanto nel processo produttivo, quanto nel prodotto finito.

La plastica è un materiale meraviglioso dalle infinite possibilità – afferma Raul Venier, legale rappresentante di Preco System Srl – e la sua gestione corretta e coerente è la chiave per scardinare il pregiudizio che ne ha inquinato l’immagine. È l’incoscienza dell’uomo che ha trasformato la plastica in un problema globale, ma la tecnologia e la ricerca ci offrono allo stesso tempo le soluzioni per riutilizzare e riciclare con coscienza”. È quello che da sempre cerchiamo di fare in Preco System – conclude – e siamo orgogliosi dei risultati ottenuti che ci spingono a proseguire in questa direzione… è il nostro piccolo, contributo per un mondo migliore”.

Domenica 23 maggio, alle ore 10.00 sul canale dedicato: http://iperfestival.it/ (pag Facebook: IPER – Festival delle Periferie), Francesco Saverio Teruzzi, Coordinatore degli Ambasciatori Rebirth /Terzo Paradiso, intervisterà in diretta Michelangelo Pistoletto.

Durante la diretta interverranno:

– Roberto RomanellaPresidente VI Municipio di Roma Capitale,

– Alessandro Marco GisondaAssessore Scuola Cultura Sport Municipio VI Roma

(Visited 76 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago