Caterina Ceraudo chef stellata in prima linea nella tutela dell'ambiente

Caterina Ceraudo, chef stellata originaria di Strongoli, in Calabria, premiata da “Forbes Italia” per i suoi piatti non solo gustosi ma anche attenti all’ambiente.

Caterina Ceraudo, chef stellata originaria di Strongoli, in provincia di Crotone, è in prima linea per il benessere dell’ambiente. Lo conferma “Forbes Italia” dopo avere certificato l’attenzione della donna verso la natura.

Secondo i redattori della rivista, i piatti di Caterina Ceraudo sono un esempio di genuinità e di lotta agli sprechi alimentari. Tra gli altri artisti culinari premiati dai giornalisti di “Forbes Italia”, ci sono gli chef stellati Pietro Leemann, Giuseppe D’Errico e Riccardo Gaspari.

Secondo “Forbes Italia”, i menù della Ceraudo “valorizzano non solo i vegetali, ma anche la carne e il pesce locale, come il vitello pascolo, e il pesce azzurro come lo sgombro“. Ci sono poi “l’orto in tavola, lattuga e cedro, un’esplosione di sapori autentici e primari che non lascia spazio a interpretazioni. Pura e autentica freschezza”.

Tra i migliori piatti della chef calabrese, c’è il raviolo ricotta latte e ginepro. Una vera e propria esplosione di sapori capace di fare volare, almeno idealmente, in Calabria.

Caterina Ceraudo sui social: “Un grande onore” 

Caterina Ceraudo è sempre stata appassionata di cucina. Oggi la chef stellata, che ha una laurea in Enologia ottenuta all’Università di Pisa, guida il ristorante di famiglia a Strongoli.

Appena è arrivato il riconoscimento di “Forbes Italia”, la donna ha scritto sui social: “È davvero un grande onore. Nessun punto di arrivo, solo uno stimolo a continuare sulla strada intrapresa, con la passione e l’amore di sempre“.

Articolo precedenteCingolani chiede all’Ue di estendere i periodi di caccia. La protesta di animalisti e Verdi
Articolo successivo“Anima Mia”, la canzone di Andrea Rosas per celebrare la Sardegna