Politica

CATALOGNA, VOTO, VINCE CIUDANOS, MAGGIORANZA INDIPENDENTISTA

Condividi

Barcellona. Voto in Catalogna. Vittoria storica per il partito dei Ciattadini (Ciudanos) di Ines Arrimadas che trionfa in Catalogna, con maggioranza di percentuale e di seggi (37).

Nel 2015  Ciudanos aveva conquistato 25 seggi.

La vittoria dei Ciudanos trova maggior forza per aver vinto nel distretto di Barcellona dove raccoglie 847 mila voti, conquistando 24 seggi e nel distretto di Tarragona dove raccoglie  119 mila voti e 6 seggi.

Ma alla conta finale dei voti i tre partiti indipendentisti conquistano la maggioranza nei distretti di Girona e Lleida e arrivano alla maggioranza dei seggi del nuovo parlamento catalano.

Quindi sembrerebbe una riconferma delle velleità indipendentiste, seppur ridimensionate, perdendo complessivamente 2 seggi rispetto al precedente parlamentino catalano.

Ecco la nuova composizione:

CIUDANOS   37 seggi con il 25.38%

JUNSXCAT    34 seggi con il 21.71%

ECR               32 seggi

PSC                17 seggi

CATCOMU      8 seggi

PP                    3 seggi

CUP                  4 seggi

E quindi il fronte indipendentista JUNSXCAT-ECR-CUP arriva a 70 seggi;

Il Fronte Unitario CIUDANOS-PSC-CATCOMU-PP arriva a  65 seggi ma sconta il tracollo del Partito popolare che arriva solo a 3 seggi conquistati tutti nel distretto di Barcellona.

Altissima l’affluenza alle urne con l’81,25%, ben 7% in più del 2015.

Nella sostanza il fronte indipendentista pur vincendo vede ridotto il suo vantaggio sul raggruppamento unionista.

 

(Visited 99 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago