Attualità

CATALOGNA AL VOTO, SCRUTINIO MOLTO LENTO. INDIPENDENTISTI IN TESTA

Condividi

Barcellona. Voto in Catalogna. Alle 20 in punto si sono chiusi i seggi elettorali, con lunghe file di gente ancora in attesa di votare. L’affluenza ha largamente superato l’80% degli aventi diritto al voto, quindi regna la totale incertezza.

Dopo che sono stati scrutinati il 15% dei voti  Ciudanos di Ines Arrimadas (nella foto) si pone in testa con il 24% dei voti e una proiezione di 35 seggi, ma i tre partiti indipendentisti avrebbe la maggioranza dei seggi nel parlamento catalano, arrivando sopra i 70 seggi (maggioranza a 68 seggi).

Ma non vi sono certezze.

Il conteggio elettronico per paura di brogli è stato azzerato.

Si va alla conta voto per voto, e al momento, dopo circa 1 ora  di conteggi, non si è ancora arrivati che al 15% del voto complessivo, con Ciudanos di Ines Arrimadas in testa con una forbice del 34-37 seggi, seguito da Esquerra repubblica di Oriol Junqueras, ex vicepresidente in carcere, al 34-36, poi Junts di Puigdemont al 28-29, quindi il PSC con 18-20.

Il CAT sarebbe all’8%. Partito popolare al 4%.

Insomma, gli indipendentisti avrebbero una risicata maggioranza, ma tutto ancora può accadere.

(Visited 83 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago