AttualitàEconomiaPolitica

Caro bollette, Eleonora Evi: “L’Italia prenda subito misure per tutelare i consumatori più vulnerabili”

Condividi

Caro bollette, Eleonora Evi: “Il governo Draghi prenda subito misure per tutelare i consumatori più vulnerabili”.

Gli Stati membri UE hanno tutte le possibilità di salvaguardare famiglie e imprese dall’aumento dei prezzi energetici, causati dalla continuata dipendenza da gas e combustibili fossili. Il governo Draghi deve fare la sua parte, proteggendo i consumatori più vulnerabili e incentivando la transizione energetica“. Questo il commento dell’eurodeputata Eleonora Evi, co-portavoce nazionale di Europa Verde, a margine della presentazione dello strumentario sui prezzi energetici della Commissione europea. 

Eleonora Evi a TeleAmbiente: “La nuova Pac mantiene lo status quo. Cingolani ministro inadeguato”

Lo strumentario propone alcune misure che gli Stati membri hanno capacità di adottare, sotto l’attuale legislazione europea, per rispondere all’impennata dei prezzi del gas, contrastare l’aumento delle bollette e le sue ripercussioni sociali. 

Clima, conclusa la Pre-Cop26. Cingolani: “non è stato un bla bla bla”

Come richiesto dai Verdi, anche la Commissione propone di agire immediatamente a tutela di chi già soffre di povertà energetica, tramite l’emissione di voucher, il pagamento parziale delle bollette grazie alle risorse del mercato EU ETS, o la sospensione temporanea dei pagamenti. Contemporaneamente vanno però rafforzate la promozione delle rinnovabili e la decentralizzazione del sistema di produzione di energia, attraverso schemi di finanziamento e grazie a comunità energetiche e i produttori-consumatori“- spiega l’eurodeputata. 

Pac, il Parlamento Ue approva la riforma. Eleonora Evi: “Accordo scellerato”

Le famiglie e le imprese italiane, specialmente PMI e micro-imprese, non possono e non devono essere chiamate a pagare il costo dei giochi geopolitici di Putin o, ancora peggio, della titubanza di Cingolani nella transizione energetica” – conclude Evi.

(Visited 15 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago