Caro energia, anche mozzarelle e burrate a rischio: l’allarme di Coldiretti

I rincari gravano su un settore già da tempo in crisi.

Il caro energia mette a rischio anche eccellenze locali come le mozzarelle e le burrate della Puglia. Il settore, già da tempo in crisi, rischia di vedere un brusco stop alla produzione e una chiusura di nuove aziende. Tra i principali motivi, il rincaro delle bollette e delle materie prime, entrambi innescati dalla guerra in Ucraina e dalle speculazioni sull’energia.

Solo negli ultimi tre anni, denunciano i produttori e Coldiretti, in Puglia sono state chiuse ben 266 stalle. Di queste, 60 nella sola provincia di Taranto. Un vero e proprio grido d’allarme per un settore che ogni anno produce 40mila tonnellate di formaggio, per un giro d’affari di almeno 130 milioni di euro.

 

Articolo precedenteEleonora Evi: “Pronta per la Camera, saremo la voce degli attivisti”
Articolo successivoTetto al prezzo del gas, l’Unione europea è spaccata sull’ipotesi price cap. Ecco la bozza della Commissione