L’intervento avrà valore da aprile e giugno e taglierà di un decimo il costo della bolletta. Ma i prezzi dell’energia sul mercato restano alti

Buone notizie sul fronte energetico. Nel trimestre che va da aprile a giugno il costo di luce e gas per gli italiani verrà tagliato del 10%.

Sarà la prima volta dopo 18 mesi consecutivi di aumenti dei costi dell’energia che gli italiani potranno vedere un risparmio in bolletta rispetto ai mesi precedenti.

Stefano Besseghini, presidente di Arera, Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, ha parlato di “misure straordinarie” in “una situazione oggettivamente straordinaria, con un conflitto in atto e una volatilità mai registrata in precedenza sui mercati energetici”.

Il taglio del 10% è dovuto all’introduzione della tassa sugli extraprofitti generati dalle società energetiche.

Quelle che riceveranno gli italiani nei prossimi mesi saranno comunque bollette assai più alte di quelle di un anno e mezzo fa, prima dell’inizio della crisi energetica in corso, ma comunque si tratta di una prima buona notizia per tante famiglie in affanno. 

Secondo i dati presentati da Arera, per quanto riguarda la bolletta della corrente elettrica, la spesa per la famiglia-tipo nei 12 mesi che vanno dal 1° luglio 2021 al 30 giugno 2022 sarà di circa 948 euro. Cioè, l’83% in più rispetto ai 12 mesi equivalenti
dell’anno precedente.

Per quanto concerne il gas la spesa per la stessa “famiglia-tipo” e nello stesso periodo sarà di circa 1.652 euro, con una variazione del 71% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente. 

Ecco Poseidon, il gasdotto che porterà metano da Israele a Otranto

Codacons: I tagli sulle bollette non sono abbastanza

Le maggiori associazioni di consumatori, però, puntualizzano quanto questi ribassi siano poca cosa rispetto alle necessità delle famiglie e ai rincari dei mesi precedenti.

A partire dal Codacons. “Il ribasso per il prossimo trimestre è
del tutto insufficiente – fanno sapere dall’associazione – e non eviterà la stangata che famiglie e imprese dovranno sostenere nel corso del 2022 a causa del caro-energia”.

Per Assoutenti, invece, è importante ribadire “la necessità di ricorrere alle tariffe amministrate di luce e gas per abbattere i prezzi, bloccare sul nascere le speculazioni e tornare a bollette che famiglie e imprese possano sostenere, unica strada per salvare la nostra economia”. 

Cosa sono i Rhino-bond creati dalla Banca Mondiale per proteggere i ronoceronti?

Articolo precedenteRoma, Angelina Jolie in visita ai bambini ucraini ricoverati al Bambin Gesù
Articolo successivoNasce GR.A.N.D, l’Academy per un Green New Deal europeo