Carne Genuina, la startup che riduce il suo stesso impatto ambientale: ecco come

Il giovane ingegnere elettronico Mattia Assanelli, di Treviglio, è tornato a lavorare nell’allevamento di famiglia, rivoluzionandolo in chiave hi-tech e green.

Si chiama Carne Genuina ed è una startup che vende carne, ma al tempo stesso cerca di ridurre l’impatto ambientale causato dalla produzione. Un’idea innovativa, quella di Mattia Assanelli, giovane ingegnere elettronico di Treviglio (Bergamo) che con il fratello Simone ha rivoluzionato l’allevamento di famiglia in chiave hi-tech e green. La startup, grazie al crowdfunding, ha raccolto circa 150mila euro e Mattia Assanelli ha spiegato a L’Eco di Bergamo: “Il nostro obiettivo è vendere carne di qualità, coinvolgendo le aziende a conduzione familiare sul territorio e macellai che garantiscono produzioni non intensive. Ma lo vogliamo fare anche nel rispetto dell’ambiente“.

Per compensare l’impatto ambientale, l’azienda ha installato pannelli fotovoltaici ed ha piantato 35 baobab in Kenya. In questo modo, viene compensata più CO2 di quante ne viene prodotta. “La nostra startup seleziona accuratamente aziende agricole a conduzione familiare e si occupa direttamente del packaging e della logistica, fino alla spedizione“, aggiunge Mattia Assanelli.

La mia famiglia alleva bovini dalla fine dell’Ottocento, ma chi fa questo lavoro oggi ha il dovere di evolversi, anche perché è cambiata l’attenzione dei consumatori verso la sostenibilità“, ha spiegato Mattia Assanelli, che con il fratello Simone, nel 2020 ha fondato la startup, dotata anche di una piattaforma di e-commerce che consente la consegna a domicilio tramite corriere refrigerato e packaging dedicato. Al momento conta una decina di fornitori selezionati e circa 2.500 clienti in tutta Italia.

Articolo precedenteMicrosoft e Jeff Bezos, il piano per l’efficienza energetica dei vecchi edifici
Articolo successivoRinnovabili, Girotto (M5S): “Anche il comparto produttivo sa che dobbiamo accelerare”