InquinamentoPlastica

Animali, capodoglio morto sulla spiaggia: 100 kg di rifiuti nello stomaco

Condividi

Un capodoglio è stato trovato morto in Scozia con 100 kg di rifiuti nello stomaco. Non è chiaro se i rifiuti siano la causa della morte ma si pensa che abbiano bloccato la digestione dell’animale.

Un capodoglio è stato trovato morto sulla spiaggia dell’isola Harris in Scozia con 100 kg di rifiuti nello stomaco, tra cui reti da pesca, corde, buste e bicchieri di plastica.

Gli esperti non sono ancora in grado di stabilire se la massa dei rifiuti sia stata la causa della morte della balena ma secondo gli abitanti che hanno trovato la carcassa a Seilebost, è un ulteriore segnale del grande problema dell’inquinamento del mare.

Animali, capodoglio ritrovato con di plastica nello stomaco

Dan Parry, che vive nella vicina città di Luskentyre ha commentato: “E’ stato veramente triste, in particolare quando vedi le reti da pesca e i detriti venire fuori dallo stomaco. Cammino su queste spiagge tutti i giorni e porto sempre una busta per raccogliere i rifiuti, la maggior parte è legata alla pesca”.

Capodogli trovati morti: mamma e cucciolo intrappolati nella rete da pesca VIDEO

I membri della Scottish Marine Animal Stranding Scheme, un’organizzazione che indaga sulla morte di balene e delfini, ha dissezionato la balena per provare a determinare le cause della sua morte. In un post su Facebook, Smass ha scritto “l’animale non era in pessime condizioni e mentre è plausibile che quest’ammontare di detriti abbia influito sul suo arenamento, non abbiamo prove che sia stata questa la causa della morte o che abbia ostruito l’intestino. Questa grande quantità di plastica è terrificante, deve avere compromesso la digestione e dimostra ancora una volta il rischio che i rifiuti marini e gli strumenti da pesca che vengono gettati a mare possono causare danni alla vita marina”.

Plastica, quattro capodogli morti in meno di una settimana

La Guardia Costiera e i lavoratori del Western Isles Council hanno aiutato ad esaminare la balena, oltre a scavare una grande buca nella spiaggia per seppellire l’animale. Secondo Smass gli avvistamenti di balene e delfini che muoiono sulle spiagge della Scozia è in aumento.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago