Taglio canone Rai? Si ma compensato con altre tasse. Nuova puntata di Vox Populi

Come hanno preso gli italiani la notizia di un taglio del canone Rai? E perchè il senatore Gasparri (Forza Italia) afferma che “Si poteva dire la verità agli italiani”? Ve lo spieghiamo nella nuova puntata di Vox Populi, un programma di TeleAmbiente. 

Canone Rai meno caro dal 2024. Ad annunciarlo, nel corso della presentazione della Manovra di bilancio, il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti. La riduzione del canone TV per il 2024 comporterà una spesa in bolletta di 70 euro all’anno, 20 in meno di quanto si paga attualmente.

Il canone Rai è una tassa sul possesso del televisore e viene calcolato per famiglia anagrafica, non per numero di apparecchi installati in casa.

A seguito della riforma Renzi, dal 2016 il canone TV viene addebitato direttamente in bolletta a tutti gli utenti che ricevono la fornitura elettrica.

Ma questo taglio del canone verrà, in realtà, compensato con altre tasse. E non siamo solo noi a dirlo. Secondo Maurizio Gasparri, senatore di Forza Italia, è stata una mossa fatta “per raccontarla agli amici al bar”, senza effetti concreti: “Si poteva anche forse dire la verità agli italiani”.

Il taglio del canone Rai per il 2024, in pratica, non cambierà quasi nulla per i cittadini perchè le entrate tolte alla Rai saranno compensate con le altre tasse pagate dai cittadini. E cosa ne pensano gli italiani di tutto questo? Lo abbiamo chiesto nella puntata di questa settimana di Vox Populi, un programma di Mariaelena Leggieri, in onda sabato 21 ottobre alle ore 18:00.