cane abbandonato napoli

L’accusa di Renato Biancardi: “La polizia mi ha respinto la denuncia”.

Un cucciolo di cane, di razza pitbull, abbandonato in strada sotto il sole cocente, all’una del pomeriggio. È accaduto domenica scorsa a Napoli, nel quartiere ‘bene’ di Chiaia: due uomini hanno preso il cane e lo hanno legato ad un cancello, per poi scappare, ignari di essere ripresi da alcune telecamere. A salvare il cane, disidratato e in preda ad un attacco di calore, sono stati i volontari dell’Oipa.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Renato Biancardi (@renatobiancardi_)

A diffondere il video dell’abbandono è stato Renato Biancardi, l’influencer napoletano che aveva notato il pitbull legato sotto il sole: “Il cane ora sta bene, lo abbiamo trovato in tempo e messo in salvo. Ora però vogliamo trovargli una famiglia che, con amore e tante coccole, non solo gli eviti il canile ma gli faccia dimenticare questa orribile esperienza“. La vicenda ha commosso e colpito tanti napoletani ed è probabile che il cane trovi presto una nuova famiglia. Per quanto riguarda le indagini, invece, forse c’è da essere meno ottimisti.

Lo stesso Renato Biancardi, a Kodami, ha rivelato che gli agenti del commissariato di polizia di San Ferdinando avevano respinto la sua denuncia. “Dicevano che non è di loro competenza perché la responsabilità è degli operatori della Asl che hanno preso il cane dopo la segnalazione. Sono amareggiato per come sono stato trattato e per come questo reato è stato preso sotto gamba” – spiega l’influencer – “I carabinieri della stazione di Chiaia, invece, sono stati gentilissimi e disponibili e mi hanno detto di aver ricevuto diverse segnalazioni di persone che avevano voluto denunciare dopo aver visto quel video“.

Articolo precedenteStop auto diesel e benzina dal 2035, il Consiglio Ue approva il pacchetto “Fit for 55”
Articolo successivoPos obbligatorio, dal 30 giugno scattano le sanzioni