Campidoglio, quando sarà plastic free? Costa: “C’è un tempo tecnico”

L’Assemblea capitolina lo scorso marzo ha approvato all’unanimità la delibera presentata dal consigliere M5s Pietro Calabrese: eliminare l’uso della plastica da ogni sede, ufficio ed esercizio pubblico di Roma Capitale. Ma il bar del Campidoglio sembrerebbe ancora pieno di plastica, come mostrano alcune foto circolate sul web. “C’è un tempo tecnico, l’importante è che il percorso non si interrompa”, Sergio Costa, Ministro dell’Ambiente. 

Come fatto dal Ministro Costa negli uffici del suo Ministero – scrive a marzo sulla sua pagina Facebook il Consigliere M5S, Pietro Calabrese – verranno istallati distributori di acqua microfiltrata. Le stoviglie monouso in plastica verranno progressivamente sostituite con altrettante in materiali compostabili, o comunque riutilizzabili. I beni di consumo con imballaggi in plastica  verranno gradualmente eliminati”.

Così anche il Comune di Roma aderisce alla campagna lanciata dal Ministro per l’Ambiente, Sergio Costa. Nella delibera viene stabilito:

  • l’avvio della graduale eliminazione, come da normativa vigente, della plastica da tutti gli uffici e strutture di competenza comunale;
  • la predisposizione entro 60 giorni di tutti gli atti e procedure idonee al superamento del consumo di beni e imballaggi in plastica.

Oltre a:

  • monitoraggio con resoconto trimestrale dei risultati della campagna;
  • nuovi bandi per acquisto di beni non usa e getta, con premialità per le forniture di beni, contenitori e stoviglie riutilizzabili, o comunque compostabili;
  • una comunicazione alla cittadinanza anche tramite il coinvolgimento diretto dei Municipi.

Campidoglio, gli uffici e le strutture di Roma Capitale saranno plastic free

Nel mese di luglio la sindaca di Roma, Virginia Raggi, aveva annunciato un’accelerazione del processo di trasformazione, ma il bar del Campidoglio sembrerebbe ancora pieno di plastica, come mostrano alcune foto pubblicate dal quotidiano Leggo: niente distributori di acqua microfiltrata, niente stoviglie in acciaio, decine di posate in plastica all’interno di altrettante bustine di plastica e pane servito in bustine dello stesso materiale.

QUI LE FOTO—> Roma, in  Campidoglio plastica ovunque

Abbiamo chiesto al Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, quando il Campidoglio avvierà definitivamente un percorso plastic free, visto che il primo obiettivo per sensibilizzare aziende e cittadini e dare il buon esempio come istituzioni: “C’è un tempo tecnico. Anche noi abbiamo iniziato come Ministero dell’Ambiente, avevamo iniziato il percorso in un mese e poi siamo riusciti a farlo dopo un po’ di tempo, l’importante è che quel percorso non si interrompa. Ci sono dei contratti firmati, ci sono delle autorizzazioni da modificare. Ma la cosa a cui guardare è il percorso intrapreso per arrivare alla conclusione. Per cui ben venga che il Campidoglio sia plastic free – continua Costa –  Adesso c’è un tempo da accelerare però ben venga l’annuncio e il risultato che sta per arrivare“.

Colgo l’occasione per dire che tutti i comuni possono diventare plastic free, dai più grandi ai più piccini.  Sicuramente molti lo sono già diventati ma ancora di più sarebbe l’ideale, per arrivare a un’Italia plastic free.  E io posso dire con molta chiarezza che sono al fianco di ogni comune: se qualcuno lo vuole diventare e ha bisogno di essere consigliato per come si fa, per accelerare, per gestire i contratti delle forniture, si mettesse in contatto con la mia segreteria e gli forniremo tutta l’assistenza giuridica, amministrativa e tecnica di cui siamo in possesso perché noi l’abbiamo fatto, siamo stati il primo ente pubblico che l’ha fatto come Ministero dell’Ambiente e quindi sappiamo come si fa“, conclude Costa. 

Atac Roma, + Ricicli + Viaggi: biglietti gratis per i cittadini più virtuosi

E intanto nel mese di agosto è partito il servizio +Ricicli +Viaggi, l’installazione in 3 stazioni metro di Roma di macchinette che trasformano le bottiglie di plastica in biglietti dell’Atac.

“Vogliamo rendere Roma una città davvero plastic free, sulla scia di quanto previsto dall’Unione Europea che lo scorso 18 gennaio ha adottato la prima Strategia sulla Plastica, inserita nel processo di transizione verso un’economia più circolare – aveva dichiarato la sindaca di Roma Virginia Raggi all’avvio del progetto – Modernizzare Roma passa necessariamente per un’agenda che collochi al centro l’ambiente, orientando le abitudini delle persone all’interno di una visione d’insieme fondata sulla partecipazione“.

Atac,+Ricicli +Viaggi: 100mila bottiglie riciclate in un mese. Raggi: “Continuiamo così”

Dall’inizio dell’estate sono state conferite oltre 350mila bottiglie.  Dopo l’atto vandalico, denunciato dalla stessa sindaca sulla pagina Facebook, alla macchinetta “mangiaplastica” nella Stazione Metro di Piramide, arriva un altro annuncio: tra qualche tempo si potranno pagare di meno anche i certificati anagrafici riciclando la plastica e verranno installate nuove macchinette pressi i vari municipi di Roma.

(Visited 35 times, 1 visits today)

Leggi anche

Call Now ButtonDiventa Green!