Attualità

Cambiamenti climatici, l’Australia combatte l’effetto serra con un miliardo di alberi

Condividi

Cambiamenti climatici. Un miliardo di alberi per combattere i cambiamenti climatici. È la risposta dell’Australia all’effetto serra.

Il Governo australiano per rispettare le regole stabilite nell’ultimo Summit Onu sul clima (Cop24) e contenere l’aumento della temperatura terrestre a 1,5 gradi centigradi, ha deciso che invece di adottare misure per la riduzione dell’inquinamento o puntare sulle energie rinnovabili, pianterà 1 miliardo di alberi entro il 2030.

Ad oggi, l’Australia è quasi totalmente dipendente dal carbone e la sua combustione produce circa due terzi dell’energia utilizzata nel Paese.

Il continente dell’Oceano Pacifico produce 500 milioni di tonnellate di gas serra in eccesso.

Un dato, che secondo il rapporto dell’Ocse pubblicato a gennaio, non permette all’Australia, senza un radicale cambio di direzione, di raggiungere gli obiettivi fissati dal Summit sul clima (taglio delle emissioni del 26-28% entro il 2030).

Il piano del Governo australiano prevede di piantare entro il 2050 un miliardo di piante in nove diverse zone del Paese, così, secondo i dati del governo, entro il 2030 le nuove foreste sarebbero in grado di assorbire 18 milioni di tonnellate di gas serra all’anno, circa il 30% del totale di emissioni prodotte ogni anno.

Cambiamenti climatici, gli intellettuali ci mettono la faccia. Lettera ai leader mondiali

I nuovi “corridoi verdi”, oltre a ridurre i gas serra e fornire nuovi habitat alle specie animali a rischio, secondo il Governo australiano, dovrebbero far aumentare occupazione e crescita nel Paese.

Attualmente nel settore dell’industria del legno lavorano circa 70 mila australiani.

Copenaghen, il parco urbano che affronta i cambiamenti climatici

“Sono interessato a far crescere sia gli alberi che l’occupazione, è molto semplice – ha detto durante una visita a una foresta in crescita a Somerset in Tasmania il primo ministro conservatore Scott Morrison – Far crescere un miliardo di alberi è un compito immenso, abbiamo bisogno delle infrastrutture, del lavoro e delle regioni giuste per raggiungere il risultato”.

Il progetto, che comporta un investimento di otto milioni di euro, con l’aumento dell’occupazione nel settore forestale, dovrebbe contribuire con 20 miliardi di euro all’anno all’economia nazionale.

Secondo quanto riporta il sito del Ministero dell’Agricoltura, i nuovi alberi serviranno a soddisfare la crescita nella domanda per il legno sia all’estero sia nel settore domestico.

Non tutti gli alberi che saranno piantati infatti, rimarranno nel suolo per decenni. Una parte è già stata destinata all’industria del legno.

(Visited 1.146 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago