come cambierà il clima nelle città europee tra 30 anni

Una ricerca del Politecnico di Zurigo, in Svizzera, ha mostrato come cambierà il clima delle maggiori città europee tra 30 anni mettendole in comparazione con il clima odierno di altre città. E i risultati non sono affatto positivi

Il clima nelle città europee sta cambiando e questo è solo l’inizio di un processo che nei prossimi 30 anni porterà a una variazione strabiliante delle condizioni climatiche. Per aiutarci a comprendere fino a che punto il clima nelle città del Vecchio Continente cambierà, gli scienziati del ETH, il Politecnico Federale di Zurigo, hanno preso i dati in possesso della comunità scientifica e hanno effettuato alcune previsioni. Per poi comparare il clima previsto per diverse città europee da qui a 30 anni con quello attuale di altre città.

E quindi, Roma nel 2050 avrà il clima che attualmente si trova a Antalya, in Turchia. Mentre Milano sarà calda quanto Austin, in Texas. E Torino? Sarà come un’altra texana, San Antonio.

Una stima ottimistica

Roma, Milano e Torino sono le uniche tre città italiane prese in considerazione dallo studio svizzero che dunque non ci dice niente su come cambierà il clima nel Mezzogiorno d’Italia. Ma il report riporta i dati di 520 città europee con altrettante comparazioni.

“Sono state usate diciannove variabili climatiche che riflettono i diversi regimi di temperatura e precipitazioni”, ha spiegato Tom Crowther, professore di ecosistemi ecologici globali all’Eth e co-presidente del comitato consultivo delle Nazioni Unite sul ripristino degli ecosistemi. Questo tipo di analisi, dunque, consente di stimare quali tra le città analizzate rimarranno relativamente simili in termini di clima e quali invece andranno in contro a mutamente.

Il risultato, purtroppo, non è incoraggiante. Nel complesso, il 77 per cento dei centri urbani presi in esame sperimenteranno un cambiamento sorprendente. E si tratta di una stima ottimista perché parte dal presupposto che le emissioni di CO2 fra meno di 30 anni verranno stabilizzate grazie a leggi per affrontare la crisi ambientale. Ma non è detto che sarà così.

A cambiare, dunque, sarà il clima di gran parte delle città europee. Alcuni esempi? Londra potrebbe avere il clima che oggi è di Barcellona. Parigi, quello di Istanbul. Andrà peggio a Stoccolma che potrebbe avere le temperature di Vienna, a mille e 200 chilometri in linea retta verso il sud. Madrid sarà come Marrakesh in Marocco e Lisbona come La Valletta a Malta.

Articolo precedenteLivio De Santoli, l’ingegnere esperto di transizione ecologica voluto da Conte per il M5S
Articolo successivoDamiano dei Maneskin e Giorgia Soleri adottano Ziggy, un gatto dell’Oasi Felina di Pianoro