usa caldo estremo morti migliaia bovini

Almeno duemila capi uccisi dallo stress da caldo, ma il bilancio è solo momentaneo.

Negli Stati Uniti il caldo fa strage di bestiame. Sono almeno duemila i bovini morti per un’ondata di caldo estremo nello Stato del Kansas, ma si teme che questo bilancio sia solo provvisorio. Anche perché le temperature sono costantemente al di sopra dei 35°C e secondo il servizio meteorologico nazionale il caldo estremo si concentrerà nelle zone della costa del Golfo e dei Grandi Laghi del Midwest.

Le immagini dei capi di bestiame uccisi dal caldo sono impressionanti. Specialmente in uno Stato come il Kansas, tra i primi tre produttori di carne bovina degli Usa. Il climatologo e ricercatore Phillip Thornton ha spiegato: “Ciò che è chiaro è che il problema dello stress da caldo nel bestiame (oltre che nell’uomo) diventerà sempre più difficile da gestire per gli allevatori, man mano che il mondo si riscalda“.

A oltre 100 milioni di statunitensi è stato consigliato di non uscire di casa per combattere il caldo. Secondo l’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (Epa), dagli anni ’60 le ondate di caldo sono aumentate per frequenza, durata e intensità. Gerald Nelson, economista agricolo e docente all’Università dell’Illinois Urbana-Champaign, ha lanciato l’allarme: “Dobbiamo raddoppiare gli sforzi collettivi a lungo termine per ridurre le emissioni di gas serra nel modo più rapido e completo possibile“.

Articolo precedenteBrasile, identificati i resti di Dom Phillips. Le indagini vanno avanti
Articolo successivoMalagrotta, Arpa: “Livelli alti di diossina ma entro i limiti Oms”. Nuovo stop di 48 ore ad asili e raccolti