Breaking News

CALCIOMERCATO, MILAN IDEA BASELLI, INTER E NAPOLI SU POLITANO. IL LIVERPOOL BLOCCA CAN PER GENNAIO

Condividi

Roma. Dopo Dembelè e Fofana ieri sera è spuntato fuori un nuovo nome per il centrocampo del Milan: si tratta di Daniele Baselli del Torino. Un’idea realizzabile più per giugno che per gennaio a meno che non ci siano determinate condizioni per poter aprire la trattativa in questa finestra di mercato. Secondo Il Corriere dello Sport Theo Walcott, attaccante dell’Arsenal, si sia offerto alla società rossonera per gennaio. Il giocatore è in attesa di una risposta dal Milan, su di lui sono interessate anche Everton e Southampton.

Tutti pazzi per Politano! L’esterno offensivo classe 1993 che tanto sta facendo bene con la maglia del Sassuolo è corteggiato da Inter, Napoli e Roma. L’inter sta provando a convincere il club emiliano a lasciarlo partire già a gennaio, ma sul giocatore si è inserito anche il Napoli, alla ricerca di un rinforzo in attacco. Il valore di Politano si aggira sui 15 milioni di euro. I nerazzurri hanno offerto un prestito biennale con diritto di riscatto. Vedremo come andrà a finire.

Si complica l’arrivo di Emre Can alla Juventus già a gennaio. Il Liverpool non vuole liberarlo prima della scadenza del contratto, che avverrà a giugno quando con molta probabilità passerà a parametro zero ai bianconeri. La Juve dal canto suo proverà ancora a convincere i reds a liberarlo fin da subito pagando un indennizzo di 6 milioni di euro. Intanto la Juventus ha ceduto in prestito secco allo Shalke 04 Marko Pjaca fino al termine della stagione. Pjaca è fermo da marzo scorso a causa di un grave infortunio al ginocchio destro subito in nazionale.

(Visited 206 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago