Scienza e Tecnologia

CALCIOMERCATO, JUVE SUBITO EMRE CAN, MILAN IDEA DEMBELE. NAPOLI IN PRESSING SU VERDI

Condividi

Roma. E’ Emre Can il nome caldo in casa Juve per rinforzare il centrocampo. Il centrocampista del Liverpool è in scadenza di contratto e a giugno si libererà a gratis. La società bianconera però vorrebbe anticipare i tempi e regalare ad Allegri il tedesco già nella finestra di mercato di gennaio. Al Liverpool andrà un indennizzo di 5-6 milioni se la trattativa si dovesse concludere in questi giorni. La concorrenza per il giocatore è alta, lo United di Mourinho lo segue da tempo. Proprio per questo la Juventus ha tanta fretta di acquistare Can il prima possibile.

Si prospetta un intervento sul mercato anche per il Milan. Oltre alle cessioni dei giocatori che hanno trovato poco spazio in campionato ( Gabriel, Josè Mauri, Paletta e Gustavo Gomez), Mirabelli e Fassone vogliono regalare un rinforzo di qualità a mister Gattuso. L’obiettivo è quello di trovare un vice-Kessiè, dato che l’ivoriano ha giocato quasi tutte le partite in stagione, comprese Europa League e Coppa Italia. Il nome che rimbalza da Londra è quello di Moussa Dembelè, 30enne centrocampista del Tottenham. Giocatore completo con esperienza internazionale e tanta personalità ma che sta trovando poco spazio con Pochettino. Il suo contratto scadrà a giugno 2019.

Vero e proprio forcing del Napoli sul Bologna per acquistare Simone Verdi. Il patron Aurelio De Laurentiis vorrebbe regalare l’esterno a Sarri a gennaio ma la trattativa è  molto complicata. Il giocatore ha alcune perplessità, sa che a Bologna ha spazio per giocare titolare mentre a Napoli verrebbe considerata la prima riserva di Insigne o Callejon. Il Napoli è quindi consapevole che la trattativa sarà più agevole a campionato finito e quindi per il prossimo giugno, ma si tenteranno ulteriori affondi per tutta la finestra di mercato di gennaio.

(Visited 198 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago