Breaking NewsSport

CALCIOMERCATO: JUVE ECCO PERIN, MILAN SOGNO IMMOBILE. TUTTE LE TRATTATIVE

Condividi

La Juve e Mattia Perin finalmente sposi. Domani, secondo quanto scrive Tuttosport, il giocatore verrà annunciato dalla società bianconera. Juventus e Genoa hanno trovato l’accordo sui 15 milioni in totale (compresi i bonus) per il trasferimento dell’ormai ex portiere dei rossoblu a Torino. La Juventus segue con attenzione anche Alessio Romagnoli, impegnato questa sera con la Nazionale. Il centrale azzurro sarebbe il rinforzo ideale qualora dovesse partire Benatia, corteggiato da Marsiglia e Arsenal.

Il Milan è alla ricerca di un centravanti top da regalare a Gattuso. Il nome caldo è quello di Ciro Immobile, ma molto dipenderà dal destino europeo dei rossoneri. Altri nomi caldi sono quelli di Andrea Belotti e Radamel Falcao. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, un nome caldo è anche quello di Simone Zaza.

Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, la Fiorentina avrebbe messo gli occhi su Stephan El Shaarawy. Il dg viola Corvino vorrebbe portare il faraone a Firenze ma il prezzo del giocatore non è affatto basso e, la trattativa è complicata soprattutto a causa dell’alto stipendio.

Domenico Criscito è ufficialmente un giocatore del Genoa. Come annunciato dal club ligure su Twitter, il terzino sarà presentato ai tifosi mercoledì 6 giugno a partire dalle 12.

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago