Scienza e Tecnologia

CALCIOMERCATO, INTER PASTORE E MKHITARYAN, MILAN SPUNTA FOFANA. LA JUVE PESCA IN ITALIA

Condividi

Roma. Nuovo vertice di mercato nella sede dell’Inter. L’obiettivo è quello di regalare a Luciano Spalletti uno o due giocatori di qualità per centrare la zona Champions a fine stagione. I nomi usciti sono quelli di Mkhitaryan e Pastore. Per il primo l’Inter vorrebbe proporre allo United uno scambio di prestiti con Joao Mario, giocatore pagato 50 milioni due anni fa ma che ha deluso totalmente l’ambiente nerazzurro. Per Pastore invece ci sarebbe il problema del suo alto ingaggio, 8 milioni, fuori dalla portata delle casse nerazzurre. Si è fatto il nome anche di Gerard Deulofeu: lo spagnolo è alla ricerca di minutaggio e vuole trovarlo lontano dal Barcellona. Anche il Napoli è interessato al giocatore.

Il Milan sta lavorando per regalare a Gattuso un centrocampista di qualità, gamba e tecnica in grado di dare fiato a Kessiè. Ieri rumors da Londra parlavano di un interessamento per Moussa Dembelè, invece oggi il nome nuovo è quello di Seko Fofana, centrocampista dell’Udinese. La formula offerta dal  Mila dovrà soddisfare i friulani che non intendono privarsi di un giocatore così fondamentale a gennaio. Ai rossoneri piace molto anche Jankto.

La Juventus, dopo Emre Can, potrebbe pescare in Italia i rinforzi che cerca per la mediana. I candidati sono Nicolò Barella e Bryan Cristante. Per quanto riguarda Barella, la Juventus punta sugli ottimi rapporti con il Cagliari dopo le operazioni Padoin e Romagna. Cristante potrebbe invece unirsi ai suoi attuali compagni di squadra Spinazzola e Caldara, che a giugno passeranno ufficialmente alla Juventus.

(Visited 253 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago