Una due giorni di eventi e conferenze in live streaming per la promozione di un’agricoltura sostenibile. Questo è ‘Buono! Storie italiane di agricoltura, territori e cibo sostenibili’, evento promosso dalla Farnesina.

Due giorni di dirette e collegamenti in live streaming da tutta Italia, oltre 50 appuntamenti, più di 100 ospiti di livello internazionale, 14 panel tematici. Sono i numeri, imponenti, di ‘Buono! Storie italiane di agricoltura, territori e cibo sostenibili‘, l’evento che racconta l’importanza del cibo per il nostro futuro e che punta ad affermare il valore della sostenibilità come dimensione imprescindibile per il benessere sociale, culturale, ambientale ed economico e a cui hanno già assicurato la loro partecipazione il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Stefano Patuanelli e il Ministro per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone.

Buono! si svolgerà il 24 e 25 giugno ed è un «Dialogo indipendente verso il Food Systems Summit delle Nazioni Unite 2021», un’occasione importante per valorizzare i protagonisti del mondo delle imprese, della produzione, dell’alimentazione, del consumo di cibo e la cultura che gli si muove intorno.Un evento di avvicinamento al pre-vertice delle Nazioni Unite sui Sistemi Alimentari del 2021 che si terrà a Roma (19-21 luglio) e al Food Systems Summit (in programma a settembre a New York) che pone una particolare attenzione al contributo che le imprese possono fornire per promuovere sistemi agroalimentari più giusti, sani e attenti all’ambiente. Buono! è un appuntamento organizzato e preparatorio di «Maker Faire Rome – The European Edition» (evento promosso dalla Camera di Commercio di Roma) e realizzato in collaborazione con il Santa Chiara Lab – Università di Siena, con il supporto di Rural Hack e Agro Camera e con la partecipazione di Asvis, Arsial, Borghi Autentici, Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, Apre. Ha il patrocinio del Ministero degli Affari Esteri in quanto l’evento rientra tra quelli ufficialmente riconosciuti dal MAECI.

Nel 2050 l’agricoltura biologica potrebbe nutrire l’Europa

Con l’iniziativa, spiega una nota, si vuole raccontare al grande pubblico «perché è importante il cibo per l’oggi e per il domani e perché una dieta sana ed equilibrata, come quella mediterranea, e le migliori pratiche dei nostri agricoltori e dei nostri imprenditori, sono decisivi per il benessere e l’ambiente e dunque per la qualità della vita. Produrre più cibo, mantenendo alta la qualità, rispettando la natura e seguendo criteri di sostenibilità si può, basta innovare». Ed infatti, proprio in apertura di Buono!, verrà illustrato, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, il documento «Esperienze e impegni delle imprese italiane in vista del Food System Summit» redatto – nell’ambito del Tavolo Maeci sulle Filiere alimentari-Verso il vertice dei Sistemi alimentari 2021 guidato dall’Ambasciatore Giorgio Marrapodi – da un gruppo di lavoro costituito dai rappresentanti delle associazioni di categoria delle imprese del settore agroalimentare e coordinato dal Prof. Angelo Riccaboni, Presidente del Santa Chiara Lab – Università di Siena. Sarà presentato il Protocollo d’intesa tra il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali e il Commissariato per la partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai, un documento strategico per il nostro Paese in vista di questo appuntamento importante. Alla presentazione parteciperanno il Ministro Stefano Patuanelli e Paolo Glisenti, Commissario Generale per l’Italia a Expo 2020 Dubai.

L’evento, patrocinato dal Ministero degli Esteri, si è aperto con l’intervento di Luigi Di Maio. “Al pre-vertice sui sistemi alimentari di Roma porteremo l’impegno concreto dell’Italia a promuovere il modello sostenibile. Siamo visti come un esempio per il rapporto tra la qualità del cibo e la sostenibilità, anche economica“, le parole del ministro riportate da AskaNews. Luigi Di Maio fa riferimento al Food Systems Summit che si terrà a settembre con l’assemblea generale Onu e che sarà preceduto da un pre-summit a Roma, in programma dal 26 al 28 luglio: “Sarà un banco di prova per proporre azioni per migliorare il modo in cui pensiamo, produciamo e consumiamo cibo a livello globale. Con l’agenda 2030 al centro del processo, il vertice è in continuità con l’azione decennale con l’obiettivo di sviluppo sostenibile fame zero, ossia arrivare entro il 2030 a un mondo in cui siano garantite sicurezza alimentare e un’alimentazione equilibrata per tutti“.

Articolo precedenteSondaggi, spese e paura di indebitarsi opprimono gli italiani
Articolo successivoLetta “Impegno totale Pd per costruire Europa sociale”