Un vero e proprio tentativo di phishing, spacciato per comunicazioni in arrivo dalla Regione.

La Regione Lazio e i suoi cittadini vittime, loro malgrado, di un tentativo di phishing. Si moltiplicano le segnalazioni di chi ha ricevuto alcuni sms contenenti dei link per ottenere buoni spesa e buoni carburante. In tempi di rincari e di crisi energetica, risparmiare fa gola a tutti, ed è proprio per questo che alcuni truffatori sono riusciti a mettere in piedi un sistema molto efficace per l’ennesima truffa. In un italiano stentato, gli sms parlano di nuovi decreti che farebbero ottenere dei buoni per la spesa e per la benzina, insieme ad uno shortlink che potrebbe ingolosire molte persone.

In realtà, come accade sempre per i tentativi di phishing, cliccare su quei link può portare all’installazione automatica di malware e altri strumenti in grado di rubare dati, con il rischio di vedersi sottrarre soldi. I numeri da cui sono arrivati gli sms in questione, apparentemente, sarebbero quelli utilizzati dalla Regione Lazio per le prenotazioni dei vaccini Covid e per i Centri per l’impiego. La Regione ha già sporto denuncia alla polizia postale e ha spiegato: “Gli sms non partono dai nostri sistemi regionali. Si invitano gli utenti a non cliccare sul link, ricordiamo a tutti i cittadini che qualsiasi iniziativa avviene tramite comunicazioni e canali ufficiali della Regione“.

Articolo precedenteMattia Santori e le oche uccise dai cani: oltre le facili ironie, posta una questione cruciale
Articolo successivoTeverevivo, nella sede di Marevivo nasce un grande sodalizio per il Tevere