La storia della forza di Tawy: dodici ore di cammino nella foresta con il padre in spalla per consentirgli di ricevere il vaccino. 

Il virus arriva anche nei posti più remoti. Tawy, un ragazzo brasiliano di 24 anni che vive nel cuore della foresta Amazzonica, ha portato il padre di 67 in spalla per 12 ore fino al centro medico più vicino affinché si vaccinasse contro il covid.

Salute, Figliuolo: “In arrivo 40mila confezioni di pillola anti covid”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Erik Jennings (@erikjenningssimoes)

Il dottor Erik Jennings Simões, autore della foto che è stata condivisa e che ha fatto il giro del mondo in questi giorni, risale a quasi un anno fa, gennaio 2021 ed è stato definito dal medico “Il momento più straordinario dell’anno”.

Covid, alcuni composti della cannabis possono prevenire l’infezione

Tawy appartiene alla piccola tribù Zo’é che vive isolata nella  foresta amazzonica della parte Nord del Brasile. Il padre Wahu ha gravi problemi di salute gli impediscono di camminare.

Così il figlio ha deciso di percorrere chilometri e chilometri portandolo sulle proprie spalle fino al centro vaccinale più vicino.

Padre e figlio portano il simbolo della loro tribù, il m’berpót, un lungo bastone di legno leggero inserito nel labbro inferiore che segna il primo rito di passaggio, fatto tra i 7 e i 9 anni, che viene mantenuto per il resto della vita.

Effetto Covid, in crisi l’industria dei preservativi

 

Articolo precedentePlastica monouso, oggi entra il vigore la legge che ne vieta l’uso. Multe per i trasgressori
Articolo successivoClima, le temperature globali sempre più alte: “Gli ultimi 8 anni i più caldi dal 1880”