MobilitàRoma

Bracciano, oltre 33km di pista ciclabile intorno al lago: ok dalla Regione Lazio

Condividi

Approvata dalla Regione Lazio la nuova pista circumlacuale di Bracciano che attraverserà i comuni del lago per un percorso di 33 km.

;

La nuova opera green, ha ricevuto l’approvazione dal Consiglio regionale con 30 voti a favore e solo 2 astenuti. “Si punta ad un progetto di turismo ecosostenibile” come afferma il presidente dell’ente incaricato della gestione dell’area lacustre.

La realizzazione di una pista ciclabile lungo tutto il perimetro del lago di Bracciano è un progetto ambizioso rivolto non solo ai residenti, ma anche ad arricchire l’offerta turistica, favorendo un turismo più sostenibile, cioè uno degli obiettivi dell’Ente Parco” si legge tra le motivazioni che hanno portato all’approvazione del progetto.

Sempre più microplastiche nei laghi italiani: allarme per Garda, Trasimeno e Bracciano 

Il tracciato della pista si snoderà tra Polline Martignano, nel Comune di Roma, Anguillara Sabazia, Trevignano, Bracciano, Vejo, Monterano, la Città di Sutri e altri siti Unesco, formando un anello ciclabile di oltre 33 chilometri che si inserirebbe idealmente nel progetto di una nuova rete dei sentieri, anch’esso portato avanti dall’Ente Parco Regionale Bracciano-Martignano, che oltre ad attraversare tutti i 10 comuni ricompresi nel territorio dell’Ente Parco si interfaccerebbe con la Via Francigena.

La proposta è stata lanciata dalla consigliera Michela Califano, che è riuscita ad ottenere fondi per la realizzazione del progetto pari a 300.000 euro dalla giunta Zingaretti, che consentirà la nascita di una vera e propria infrastruttura verde mirando a valorizzare i comuni intorno al lago da un punto di vista turistico ed economico.

DI Francesco De Simoni

 

(Visited 45 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago