Italpress

Bottas il più veloce nel venerdì di libere a Imola

Condividi

IMOLA (ITALPRESS) – Il weekend di Imola si apre nel segno di Valtteri Bottas. Prime due sessioni di libere per il Gran Premio del Made in Italy e dell’Emilia Romagna e sia al mattino che al pomeriggio è il pilota finlandese della Mercedes a fare registrare il miglior tempo.
Nella prima ora di prove Bottas firma il suo miglior giro in 1’16″564. Alle sue spalle il compagno di squadra Lewis Hamilton a 41 millesimi e Max Verstappen su Red Bull a 58 millesimi. Quarta la Ferrari di Charles Leclerc, rimasto ai box per gran parte delle FP1 ma capace di girare subito su buoni tempi: il monegasco ha chiuso con 232 millesimi di ritardo davanti a Pierry Gasly su AlphaTauri e all’altra Ferrari di Carlos Sainz, sesto a 324 millesimi.
Al pomeriggio Bottas riesce a migliorarsi di oltre un secondo e ferma il cronometro a 1’15″551, di appena 10 millesimi più veloce rispetto a Hamilton mentre si piazza terzo Gasly (+0″078). A seguire le due Rosse di Sainz e Leclerc, ma il monegasco termina contro il muro alla Rivazza, a quattro minuti dal termine delle FP2. In top-10 anche l’italiano Giovinazzi (nono su Alfa Romeo). E’ durata pochi minuti la seconda sessione di libere per Verstappen, rientrato a causa di un problema di natura tecnica sulla sua Red Bull. I piloti torneranno in pista a Imola alle 11 di sabato per le ultime prove libere, poi le qualifiche in programma dalle 14.
(ITALPRESS).

(Visited 12 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago