Mobilità

Bonus mobilità, rimborsi dal 4 novembre. Ecco come richiederli

Condividi

“Nonostante qualche intoppo amministrativo chi ha acquistato una bicicletta o un altro mezzo di trasporto individuale potrà finalmente essere rimborsato nelle modalità previste”, l’annuncio su Facebook del ministro Sergio Costa. Dal 5 settembre il decreto attuativo sarà in Gazzetta ufficiale.

Sarà operativo dal 4 novembre il Bonus mobilità, l’incentivo all’acquisto di biciclette, e-bike a pedalata assistita, monopattini, segway e mezzi affini della micro-mobilità previsto dal Decreto rilancio.

Il decreto attuativo per il bonus mobilità, registrato domenica scorsa alla Corte dei Conti, sarà pubblicato sabato 5 settembre in Gazzetta ufficiale. Dai 120 milioni di euro previsti inizialmente si è passati a 210 milioni di euro grazie ai quali sarà possibile acquistare biciclette, anche a pedalata assistita, e veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica come monopattini, hoverboard e segway e utilizzare servizi di mobilità condivida a uso individuale esclusi quelli mediante autovetture.

Sarà pienamente operativo dal 4 novembre il Bonus mobilità, l’incentivo all’acquisto di biciclette, e-bike a pedalata assistita, monopattini, segway e mezzi affini della micro-mobilità previsto dal Decreto rilancio.

Bonus mobilità, ultimo step 6 agosto prima del lancio della piattaforma online

Da sabato 5 settembre partiranno i 60 giorni necessari al completamento del portale tramite il quale, caricando la fattura o scontrino parlante, si potrà essere rimborsati fino a 500 euro e per il 60% del costo. Per accedere è necessario disporre delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Nessuno rimarrà indietro – ha assicurato il ministro dell’Ambiente Sergio Costa -. Nonostante qualche intoppo amministrativo che, lavorando a pieno ritmo per tutto il mese di agosto, abbiamo superato, chi ha acquistato una bicicletta o un altro mezzo di trasporto individuale potrà finalmente essere rimborsato nelle modalità previste. Ringrazio il governo e il Parlamento per il lavoro congiunto che ha aumentato a 210 milioni di euro lo stanziamento per il bonus mobilità“.

Mobilità sostenibile, Legambiente: “in 5 grandi città 1/3 degli spostamenti è a zero emissioni”

Chi può richiedere il Bonus mobilità?

Possono richiedere il bonus mobilità, tutti i cittadini italiani maggiorenni residenti nei Comuni con popolazione superiore a 50 mila abitanti. Anche quelli dei capoluoghi di Regione, delle 14 Città metropolitane e dei capoluoghi di Provincia. Sono inclusi i pendolari che invece abitano i comuni della cintura delle grandi città metropolitane, ma rimangono esclusi coloro che come tanti studenti e lavoratori fuori sede, hanno il domicilio in città mentre la residenza è rimasta nel luogo di provenienza che non rientra fra quelli previsti.

Come si riceve il Bonus bici?

Per ottenere il rimborso sull’acquisto già fatto sarà sufficiente inserire nella piattaforma, quando sarà operativa, i dati dello scontrino parlante e accedere tramite credenziali Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Il bonus ha efficacia retroattiva, vale perciò per chiunque abbia comprato bici e tutti i mezzi previsti dal finanziamento, a partire dal 4 maggio.

(Visited 84 times, 1 visits today)

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Teleambiente.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di teleambiente.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Stefano Zago